Australia: in una bottiglia trovato un messaggio di oltre un secolo fa

Share

Si tratta di un foglio datato 12 giugno 1886.

"È stato l'evento più emozionante della mia vita" ha raccontato Tonya Ilman, "pensare che questa bottiglia non è stata toccata da nessuno per 132 anni ed è arrivata a me in così perfette condizioni è davvero incredibile". A trovare la bottiglia una famiglia del luogo.

Dopo numerose ricerche condotte anche con l'aiuto di esperti, i coniugi Illman hanno scoperto che il form prestampato contenuto all'interno della bottiglia di gin olandese è solo uno dei tanti messaggi lanciati dalle navi tedesche in un lungo periodo.

"Incredibilmente, una ricerca d'archivio in Germania ha trovato il Giornale di bordo originale della nave Paula, nel quale c'è una nota del 12 giugno 1886 scritta dal capitano che registra il fatto che una bottiglia era stata gettata in mare, alla deriva".

##Balotelli contro il senatore di colore della Lega: vergogna!
Iwobi è ora un bergamasco doc , un imprenditore informatico di successo con una laurea in informatica ottenuta negli States negli anni '70.

Facendo una passeggiata su una remota spiaggia dell'Australia occidentale, una famiglia di Perth ha scoperto quello che si ritiene sia il più antico messaggio in una bottiglia: un messaggio rimasto tra le onde dell'oceano per ben 132 anni. "La data e le coordinate corrispondono esattamente a quelle sul messaggio della bottiglia", ha affermato il dottor Ross Anderson, del Western Australian Museum. Così, sulla spiaggia a nord di Wedge Island, un cumulo di immondizia ha attirato l'attenzione della famiglia che, contribuendo a mantenere pulita la zona, ha deciso di smaltirla negli appositi cestini.

"Tonya ha cercato di sciogliere lo spago attorno al foglio, ma era piuttosto fragile, quindi l'abbiamo portato a casa e messo nel forno per cinque minuti per asciugare l'umidità".

"Poi lo abbiamo srotolato e abbiamo visto il messaggio stampato, in quel momento non abbiamo notato le parole scritte a mano, ma abbiamo visto un messaggio stampato in cui si chiedeva al lettore di contattare il consolato tedesco una volta ricevuta la bottiglia". Si è chinata, l'ha raccolta e ha intravisto al suo interno, mezzo pieno di sabbia, un qualcosa di arrotolato, simile a una sigaretta.

La famiglia Illman ha prestato il ritrovamento al Western Australian Museum per i prossimi due anni.

Share