Balotelli Italia, Di Biagio: "Ecco perché non l'ho convocato"

Share

"Si può ricreare una squadra, ripartiremo dai calciatori che ho visto crescere". Ma solo quelli non bastano, servono anche certi tipi di prestazione.

Di Biagio, quindi, nella conferenza stampa di presentazione dei match in programma, si è soffermato in primis sulla sua filosofia di gioco e sulle scelte: "Il risultato è importante ma è la conseguenza di quello che faremo in campo". Continuerò a seguirlo, per ora ho fatto questa scelta.

Inter-Napoli, parole Spalletti dividono i tifosi. E la società non ha gradito
La risposta potrebbe essere francamente inquietante. La risposta è scontata: ovviamente no . È tutto aperto in questa stagione.

SUL FUTURO - "Non penso che questo sia il problema più importante, anche se è normale che nel mio piccolo proverò a mettere in difficoltà chi dovrà compiere la scelta del nuovo commissario tecnico". Appuntamenti importanti per il ct Gigi Di Biagio, deciso a giocarsi al meglio le sue chance per strappare una conferma sulla panchina azzurra. Giocherà una o due partite, non so, valuterò nel corso dei giorni. Donnarumma è un grandissimo portiere, per un errore è diventato scarso.

SU CUTRONE E CHIESA - "Patrick è in azzurro dai tempi dell'Under 15, le prestazioni ed il suo grande entusiasmo mi hanno convinto, oltre ai goal ovviamente. È un po' simile a Belotti". ". Ha sorpreso anche il no a Balotelli". Abbiamo perso tanti difensori centrali ma troveremo altre situazioni. Può giocare sia vertice basso che interno se giochiamo a 3. "Di Biagio si è comportato molto bene con me, è stato molto carino". Viene giudicato in maniera molto severa, ma tutti da lui ci aspettiamo per forza di cose un salto di qualità.

Share