Cagliari-Napoli 0-5: gli azzurri danno spettacolo anche in Sardegna

Share

Al 19′ risposta del Cagliari: filtrante di Pavoletti per Han, Reina esce sull'attaccante rossoblu con la palla che giunge di nuovo tra i piedi dell'ex Napoli, che calcia al volo mandandola alta di poco. Continua a macinare e a divertirsi il Napoli che all'80' sfiora la cinquina con Callejon che lanciato da Insigne con il mancino sfiora il palo. Il centrocampo del Napoli si muove come un orologio svizzero e lui è l'ingranaggio centrale attorno al quale si muovono tutti i meccanismi perfetti. La partita resta inchiodata sullo 0-0 fin quando al 29' Padoin non perde una palla sciagurata che il ruba palloni per eccellenza Allan (straordinario per intensità) gli soffia servendo Callejon che, con un movimento stupendo, non perdona Cragno.

Inarrestabile Napoli, che in campionato non ne stecca una. Oggi il meteo ha regalato un'inattesa giornata di riposo agli azzurri: a Castel Volturno si sono posati venti centimetri di neve sui campi di allenamento, una situazione unica che ha costretto ad annullare la seduta.

Subisce la marcatura asfissiante di Joao Pedro che però dura appena 20'. Al 90′ Mario Rui arrotonda il risultato su calcio di punizione.

Carrasco saluta l'Atletico Madrid
Salutiamo un grande professionista e auguriamo il meglio per la nuova avventura nel palcoscenico cinese. Si tratta di Yannick Carrasco e Nicolas Gaitan , entrambi passati ai cinesi del Dalian Yifang .

Con questa schiacciante vittoria il Napoli approfitta della partita in meno della Juventus e vola a quota 69 punti, a +4 dai rivali.

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6.5 (73′ Maggio 6), Albiol 6, Koulibaly 6.5, Mário Rui 7; Allan 7.5, Jorginho 6.5 (75′ Diawara), Hamšík 7; Callejón 7.5, Mertens 6.5 (64′ Zieliński), Insigne 8.

Panchina: Rafael Andrade, Andreolli, Miangue, Ionita, Dessena, Caligara, Cossu, Deiola, Ceter, Sau. A disp: Rafael, Sepe, Tonelli, Milic, Machach, Rog, Ounas. Cagliari Napoli termina 0-5. Hysaj ha sempre dimostrato grande capacità di spinta ma raramente lo abbiamo visto arrivare sulla linea di fondo con così tanta frequenza. La squadra di Sarri si porta a +4 dalla seconda e manda un chiaro segnale al campionato. Più velenosi del serpente Taipan - l'animale più letale al Mondo - gli uomini di Sarri giocano un calcio fantastico, quasi sprecato per il calcio italiano, di memoria barcellonista; movimenti mandati a memoria come e più di un mantra ed il tifoso sul divano non può far altro che applaudire a scena aperta.

Share