Che cosa ha detto Di Francesco in conferenza stampa

Share

SCHICK OK - Con Dzeko (e Fazio) squalificato, sarà Schick a giocare al centro dell'attacco: "Defrel non è neppure convocato, ha un problemino (muscolare, ndr) e speriamo di averlo per lo Shakhtar. Non tutte le partite sono state uguali, ad esempio con il Milan abbiamo meritato di perdere mentre in altri casi no. Dobbiamo tornare alla vittoria e dobbiamo lavorare sulla testa, con la stessa compattezza avuta a Napoli". Un match contro un Torino che ha fatto un grande passo in avanti con il cambio della guida tecnica: "Non tanto dal punto di vista del gioco, ma il 4-3-3 di Mazzarri è più attento in difesa".

Di Francesco si è soffermato sulle condizioni di De Rossi: "Dal punto di vista morale è molto giù, visto che era molto legato a Davide Astori".

Roma, Di Francesco: il tecnico giallorosso invita il calcio italiano a prendere spunto da una Juventus ieri sera protagonista di una vera e propria impresa a Wembley in Champions League. Prendemmo due goal su palla inattiva, ma mi sono pentito per il troppo turnover.

Com'eri vestita: al Mo.Ca la mostra contro la violenza sulle donne
Lei, una donna costretta su una sedia a rotelle da un proiettile sparato dall'ex fidanzato, che non si rassegnava alla fine della loro storia.

"Rispetto alla gara di Coppa Italia contro il Torino, ci saranno dei cambiamenti ma forse solo gli squalificati non lo so, ora c'è la rifinitura e vediamo. E non sto pensando allo Shakhtar".

Dopo la partita col Napoli ha avuto la sensazione che sia scattato qualcosa nella testa dei giocatori? "Tra venerdì e sabato ci sono quattro giorni, tempo per recuperare c'è, per questo penso solo al Torino".

- Come mai la Roma ha due rendimenti diversi in trasferta e in casa? Devo dire che con lui non ho bellissimi ricordi, mi auguro di poterli sfatare in questa gara. "Attraverso le prestazioni e l'atteggiamento avuto a Napoli possiamo toglierci tante soddisfazioni". Pellegrini è recuperato, è a disposizione. Domani potrebbe essere della partita, se la sta giocando con Perotti e sarà così anche col Torino. Alla Sampdoria non giocava con continuità, adesso si sta adattando alla nuova squadra e al nuovo ambiente. A Napoli ci siamo anche arretrati per la forza dell'avversario. A Napoli abbiamo trovato una squadra che mette tutti in difficoltà, ma ora sono contento che troviamo il gol con più continuità. Dobbiamo ancora lavorare tanto per condividere di più le mie idee, non è ancora la Roma che vorrei davvero. La mia squadra l'ha fatto non con continuità, l'ha fatto poche volte nelle partite importanti. "Il ginocchio è particolare, magari poterlo schierare a partita in corso perché il risultato sarebbe in salvo". A livello fisico sicuramente sì ed è cresciuto anche dal punto di vista mentale. Farò le mie valutazioni in base alla squadra che riterrò più opportuna per affrontare il Torino.

Share