Coltivava marijuana in una serra mentre era ai domiciliari, arrestato

Share

Si è aggravata la posizione del 41enne di Riposto, sottufficiale della Marina Militare in servizio ad Augusta che la notte del 26 febbraio scorso ha tentato di aggredire nel cuore della notte la moglie, provando ad abbattere il portone di casa.

Maltrattava e picchiava l'anziana madre: è stato arrestato nella tarda mattinata di ieri dagli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato Torre Annunziata, Michele Tuccillo, trentaquattrenne accusato di violenza e minacce in famiglia.

Probabili formazioni Juventus-Udinese: tornano Mandzukic e De Sciglio
Sono cose che capitano, e poi poco male, dato che Higuain si è subito rifatto con l'assist nella rete del due a zero. Higuain 6 .5: sbaglia il rigore e l'errore poteva pesare, ma sui due gol siglati da Dybala c'è il suo zampino.

Il sottufficiale della Marina era stato poi condotto ai domiciliari che stava scontando nell'abitazione di una zia con divieto di avvicinamento nell'abitazione della moglie.

Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri si erano recati da Spirlì per verificare l'osservanza degli arresti domiciliari, ma nel corso del controllo si sono insospettiti dall'anomala illuminazione e dall'odore che proveniva dal capannone di cui Spirlì è titolare. Dopo il fermo operato dai Cc, al termine del rito direttissimo, il giudice ha convalidato l'arresto ripristinando l'originaria misura dei domiciliari. Una serie di comportamenti alla luce di quali, quindi, l'autorità giudiziaria ha emesso il provvedimento di aggravamento della misura cautelare. In questo caso, l'ultima parola potrebbe spettare al tribunale del Riesame di Catania.

Share