Com'eri vestita: al Mo.Ca la mostra contro la violenza sulle donne

Share

CSdL e CDLS aderiscono e sostengono le campagne delle Confederazioni internazionali a cui sono affiliate, CSI e CES, in quanto ne condividono le finalità e anche quale forma di solidarietà verso i popoli in cui i diritti delle donne sono più arretrati. "A preoccupare è l'incidenza dei casi in cui a compiere la violenza è stata una persona che aveva le chiavi di casa - tre su quattro degli oltre 110 femminicidi del 2017 sono avvenuti tra le mura domestiche - o che aveva carpito la fiducia della vittima", ha dichiarato Alba Bonetti, vicepresidente di Amnesty International Italia.

L'iscrizione, di 10 euro, con pettorale, t-shirt dell'evento e pacco gara, può essere effettuata sabato e domenica in piazza Bra, fino a mezzora prima della partenza, oppure online sul sito veronamarathoneventi.com e nei negozi Decathlon, fino alle ore 20 di venerdì 9 marzo. Lei, una donna costretta su una sedia a rotelle da un proiettile sparato dall'ex fidanzato, che non si rassegnava alla fine della loro storia.

Il 28, 29, 30 Aprile e 1 Maggio il circuito scenderà in Calabria e sarà presente al Campionato Nazionale di Danza 2018 "Choreographic Team e Hip Hop", che si terrà a Rossano Calabro.

Dramma nel Casertano, madre e figlio trovati morti in casa
Inoltre, i vicini di casa si sono insospettiti dopo che hanno sentito dell'ordore di gas provenire dall'abitazione di via Trento. Tragedia in Campania: a Pignataro Maggiore , in provincia di Caserta , madre e figlio sono stati trovati morti in casa .

L'incontro è stato concluso dal candidato di Liberi e Uguali Massimo Borghi che della lotta alla violenza di genere ha da anni fatto una vera e propria battaglia personale, insieme alla guerra dichiarata alle dipendenze da gioco d'azzardo e alla ricerca della 'giustizia giusta'.

La violenza contro le donne è, da sempre, una vendetta dell'impotenza contro la libertà, l'autonomia, il desiderio. In tal senso l'unico settore che attualmente a San Marino mostra qualche segno di ripresa è quello industriale, ma come è noto in questo comparto le possibilità di occupazione per le donne sono molto limitate. Un progetto di reinserimento occupazionale delle vittime di violenza finanziato dal Dipartimento pari opportunità della Presidenza del Consiglio, sviluppato in partenariato - tramite lo strumento della co-progettazione - con il Centro Donna Lilith.

Share