Diaconale tuona contro il Var: "Non vogliamo credere al complotto, ma…"

Share

Ad oggi possiamo perentoriamente affermare che il nostro campionato è falsato, tuttavia la Lazio non vuole credere alla teoria del complotto.

Tare ha parlato ai microfoni del Corsport, ma ha preferito non tornare sull'episodio che ha scosso l'ambiente, la testata rifilata da Nani ad un tifoso laziale sul volo di ritorno (con successiva accuse di tirchieria del portoghese alla società). "L'uso del Var nei nostri confronti e' sotto gli occhi di tutti". Non chiediamo favori, ma equità di giudizio. Ora non è facile parlare di tattica con i nostri giocatori, questo non sembra più calcio. La squadra fa fatica sul campo ad accettare alcune situazioni. Bene, diciamo che sono stati persi sei punti a causa di interpretazioni sbagliate e di errori dimostrati dalla tv, come il gol con il braccio di Cutrone durante la partita con il Milan.

A Cagliari, sul punteggio di 1-0 per i sardi, c'era un rigore per fallo di Barella e Ceppitelli su Immobile: "È un doppio rigore e non succede quasi mai nel calcio".

Nel primo tempo della ventottesima giornata di Serie A l'episodio incriminato: Immobile entra in area, viene toccato prima da Ceppitelli, poi viene steso da Barella. "Non so come si faccia a non vedere". "E Immobile per Guida ha simulato!", sono queste le parole del diesse che campeggiano sull'edizione odierna del quotidiano sportivo.

Le formazioni ufficiali Juventus-Udinese: Dybala e Higuain dal 1'
Ora la squadra di Allegri è chiamata al sorpasso sul Napoli in campionato . Marchisio favorito su Khedira , in difesa riecco De Sciglio e Rugani .

La Lazio contesta, non si sente rispettata, ritiene di essere stata pesantemente penalizzata nel corso della stagione. C'è chi sbaglia ripetutamente senza pagare. La palla era in movimento. Alla Lazio mancano almeno 12 punti. Vogliamo dire solo 6? Quattro partite, una dietro l'altra, in cui la Lazio è stata danneggiata e abbiamo perso le distanze dalla vetta e da Napoli e Juve.

Enrico Sarzanini ROMA Nono sono bastate alla Lazio 24 ore per smaltire la rabbia. Ma c'è stato un handicap.

Lazio contro il Var: "Campionato falsato". "E non c'è buona fede". "La qualità c'è. Alla fine, in fondo al mio cuore, penso riusciremo a farcela".

Share