Disease X, il nuovo virus che spaventa il mondo

Share

Secondo lui, fino a quando l'agente patogeno che causa la malattia non verrà identificato, l'imminente epidemia della malattia può essere "senza precedenti".

Nel primo caso potrebbe trattarsi di una immissione volontaria del patogeno nell'aria oppure nell'acqua pubblica con propositi di stampo terroristico oppure come arma da parte di uno Stato contro un altro, una minaccia che assomiglia tantissimo alle già tanto chiacchierate armi chimiche.

L'idea alla base di includere la malattia X non è spaventare le persone, ma stimolare i funzionari della sanità pubblica a fare in modo che siano preparati a tutte le minacce, non solo a quelle prevedibili, ha detto l'organizzazione. Nella lista di malattie potenzialmente pandemiche per cui non esistono ancora armi di difesa, l'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità - World Healt Organization) ha inserito per la prima volta la voce 'disease X', una malattia misteriosa che sarebbe in grado di uccidere milioni di persone in tutto il mondo.

Nell'elenco, che viene aggiornato ogni anno a partire dal 2015, compaiono nomi noti come Ebola e Marburg, Zika, febbre Lassa, febbre emorragica Congo-Crimea, Sars e Mers, Nipah e febbre della Rift Valley, patologie mortali per cui non ci sono cure o vaccini efficaci.

Carolyn Smith, il tumore è tornato
Carolyn mostra una vitalità degna di un tornado: "Ora che i medici mi hanno detto cosa mi aspetta mi sono tranquillizzata ". Sapevo di una possibile recidiva ma non me l'aspettavo così in fretta" ha spiegato.

La lista Blueprint. L'Organizzazione Mondiale della Sanità pubblica annualmente la "Blueprint list of priority diseases" cioè una lista che aiuta a determinare su quali malattie e patogeni dovrebbe concentrarsi la ricerca per evitare un'emergenza per la salute pubblica. "L'intensità del contatto umano e animale sta crescendo sempre di più con lo sviluppo del mondo, e questo - aggiunge Marion Koopmans, consigliere dell'Oms - rende più facile l'emergere di nuove malattie".

Sotto osservazione anche i virus che non si trasmettono da uomo a uomo, come l'influenza H151 attualmente molto poco contagiosa ma con un tasso di mortalità di circa il 60%.

La vita sulla Terra potrebbe essere ridotta ai minimi termini a seguito di un'epidemia incontrollabile causata da un patogeno mutante chiamato genericamente "Disease X", o più semplicemente "Malattia X". Se l'H151 diventasse virulenta come H1N1, gli effetti potrebbero essere devastanti. Inoltre la lista ha l'utilità di identificare quelle malattie che hanno un potenziale epidemico e per le quali non ci sono sufficienti contromisure. Anche l'editing genetico e la sempre più ampia diffusione dei super computer spaventa gli scienziati dell'Oms, perché facilitano lo sviluppo di armi biologiche.

Share