Disturbi alimentari. Il 17 iniziativa nelle vie del centro

Share

"Stiamo pensando di allargarci - ha annunciato Livini - ma soprattutto di fare anche un percorso più clinico all'interno dell'Ospedale 'Murri', dedicando qualche posto letto per questo tipo di attività per le situazioni di urgenza e più complicate, che richiedono anche la presenza e la collaborazione di colleghi ospedalieri".

In Liguria la rete ligure delle strutture specialistiche dedicate alle patologie legate ai Disturbi del Comportamento Alimentare (Dca), a cui si aggiunge un ambulatorio ad hoc attivo in ciascuna Asl, è formata da: il Centro di valenza regionale per i disturbi dell'adolescenza e del comportamento alimentare presso l'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure (65 ricoveri nel 2017) e la comunità terapeutica Villa del Principe nel centro di Genova per quanto riguarda i trattamenti sia residenziali sia semiresidenziali; il Centro disturbi alimentari di Genova-Quarto e il day hospital presso l'ospedale della Spezia per quanto riguarda i trattamenti semiresidenziali. In Italia, si stima che queste patologie colpiscano almeno tre milioni di persone, perlopiù adolescenti. Esprime soddisfazione per la realizzazione del convegno il presidente del Lions Club Senigallia, Emanuele Giuliani che sottolinea "L'importanza ed il piacere di lavorare per la città e la cittadinanza offrendo come Club momenti di alto livello nei più svariati campi".

Sony Xperia XZ2, cuffie wireless Sony WH-1000XM2 in regalo a chi preordina
I due smartphone si contraddistinguono dall'ottimo hardware, ad iniziare dal potente processore Qualcomm Snapdragon 845 , 4GB di RAM e 64GB di memoria interna .

Si prosegue giovedì 15 marzo, con l'evento finale del progetto triennale di prevenzione che Perle Onlus ha attuato nelle scuole medie della provincia di Grosseto negli ultimi tre anni. Anoressia, bulimia, binge eating, obesità e EDNOS (disturbi dell'alimentazione non altrimenti specificati) determinano nell'individuo effetti devastanti: depressione, limitazione della vita sociale e lavorativa, compromissione dell'apparato cardiaco e gastrointestinale, fino alla morte per arresto cardiaco o suicidio. In poco tempo si sono realizzate cose inimmaginabili: "ringrazio la dottoressa Iacopini e tutta la sua equipe, persone estremamente capaci da un punto di vista professionale e stupende da un punto di vista umano".

Non è semplice, per molti, riconoscere le manifestazioni tipiche dei disturbi alimentari. Avere un atteggiamento non giudicante è fondamentale così come chiedere aiuto ad esperti rivolgendosi a centri specializzati per i disturbi dell'alimentazione. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Coinvolgono il corpo e la mente dei pazienti, e anche tutta la famiglia. Si parla di valutazione disfunzionale quando il valore percepito della persona è fortemente connesso all'ideale di magrezza, al peso e al controllo della propria forma corporea. Laura Dalla Ragione, supervisore del numero verde della Presidenza del consiglio dei ministri 800180969, ha detto: 'Purtroppo il numero dei pazienti non accenna a diminuire. Alla fine riceveranno una cartolina, "una parte di me", dove i pazienti scriveranno un pensiero che esterna quello che hanno provato.

Share