Equinozio di primavera, ci sarà oggi alle 17:15

Share

Quest'ultimo, durante l'equinozio, si trova esattamente allo zenit rispetto all'Equatore, quindi si verifica una eguale suddivisione tra giorno e notte durante le 24 ore [VIDEO].

La lotta cosmica tra Luce e Tenebra, tra le energie che ci dominano è eterna: oggi questa lotta trova un momento d'equilibrio ma da domani in poi la Luce durerà ogni giorno di più nel ciclico processo di generazione e di maturazione della vita. Una curiosità: oggi non è solo il giorno dell'equinozio ma anche la Giornata internazionale della felicità (quella, però, cade sempre il 20 marzo: è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2012). Si dovranno spostare le lancette degli orologi un'ora in avanti. L'equinozio di primavera, infine, è una data particolare per il Polo Nord. Per lo stesso motivo la data precisa degli equinozi non è la stessa ogni anno.

Inter, Lautaro Martinez assicura: "Quasi tutto pronto per il trasferimento"
Manca l'ufficialità per tutte e tre le operazioni, ma la società nerazzurra sta muovendo passi importanti per regalare al proprio allenatore una rosa altamente competitiva in vista della prossima stagione.

Non è una questione di cambiamenti di clima ma soltanto per ragioni astronomiche. Il calendario gregoriano, perciò, contempla circa un quarto di giorno in meno di quello che serve alla Terra per completare la propria rivoluzione intorno al Sole. Questo anticipo è dovuto all'organizzazione dei giorni bisestili nel calendario gregoriano che, non coincidendo esattamente con l'anno siderale, ha comportato il mantenimento dell'alternanza quadriennale per l'anno 2000, e causato quindi un progressivo spostamento di un giorno di tutti gli avvenimenti celesti, fino al prossimo riallineamento, che è previsto nell'anno 2100. Stando a quanto mostrato dalla tabella del National Maritime Museum, l'equinozio è caduto il 21 marzo solo in due occasioni, cioè nel 2003 e nel 2007. Nel 2044 e nel 2496, invece, dovrebbe addirittura coincidere con il giorno della festa del papà, il 19 marzo. "In pratica lo si osserva con gli effetti dell'illuminazione del Sole sulla Terra", spiega Sandro Bardelli, astronomo dell'Osservatorio di astrofisica e scienza dello spazio dell'Inaf di Bologna che prosegue "Un tempo era compito di astronomi-sacerdoti determinarne l'arrivo; col risveglio della Natura, in molte culture l'equinozio di primavera rappresentava l'inizio dell'anno".

Come detto la primavera 2018 arriverà questo pomeriggio.

Share