Europa League, Lazio-Dinamo Kiev a reti bianche dopo il primo tempo

Share

E' una partita che inizia alle 21:05 di oggi ed è valida come partita di andata degli ottavi di Europa League. La ripresa offre poco, con i tentativi del Milan che vengono frustrati senza sforzo dalla squadra di Wenger; tra sette giorni, in Inghilterra, al Milan servirà un capolavoro. Al contrario, la Dinamo Kiev ha ottenuto un solo successo in 11 trasferta in Italia, incappando in 6 sconfitte e ottenendo 4 pareggi. I romani dovranno vincere in Ucraina per qualificarsi ai quarti di finale. Contro una Dinamo priva di campioni, ma ordinata e compatta, i primi 90 minuti terminano 2-2. Gare di ritorno previste per il 15 marzo.

Dopo le emozioni del primo tempo, nella ripresa sono arrivati i gol. E Inzaghi spera che la fortuna possa finalmente girare proprio a Kiev. Un dato che insieme al possesso palla (a vantaggio degli ospiti, con il 51%) conferma l'equilibrio in campo. Per la Lazio la beffa finale arriva al 95': grande sponda di Milinkovic-Savic per Immobile che coglie un clamoroso palo a Boyko battuto. Non quello visto all'Olimpico. A disposizione: Guerrieri, Petric, Nani, Bastos, Parolo, Luis Alberto, Felipe Caicedo. Il migliore dei suoi. L'undici milanista ripropone in tutto la formazione titolare, mentre Wenger in attacco deve fare a meno di Aubameyang per regolamento e di Lacazette per infortunio; le due squadre si confrontano senza tatticismi, ma gli inglesi si dimostrano estremamente concreti, mentre il Milan, seppur generoso, di fatto non tira mai in porta nell'arco dei novanta minuti.

Lazio-Dinamo Kiev 2 - 2 FINALE Marcatori: 7′ s.t. Tsygankov (DK), 9′ s.t. Immobile (L), 34′ s.t. Junior Moraes (DK).

Morte Davide Astori, giovedì i funerali a Firenze
Tutti messaggi che accompagnava la vita dei due raccontata, a sprazzi, sui social network, soprattutto instagram. Virtù che noi riconosciamo a Davide e per questo motivo lo salutiamo in questo luogo.

62' FELIPE ANDERSON 2-1 - Filtrante basso di Milinkovic-Savic per il brasiliano, che di sinistro incrocia bene e trova l'angolo basso. La Dinamo è attenta a coprire gli spazi, la Lazio fa la partita e si fa vedere con un traversone di Lukaku sul quale Immobile è pronto alla deviazione ma Burda in acrobazia sventa.

GOAL: 51′ Tsygankov (D), 53′ Immobile (L), 61′ Anderson (L), 78′ Moraes (D). E' un momento in cui la fortuna non gira. Rimpianti per un palo di Immobile nel corso del quinto minuto di recupero. Nel primo tempo nessun problema per il direttore di gara che gestisce la gara con normale amministratore senza grandi sbagli. Un risultato che, comunque, non toglie l'ottimismo al tecnico della Lazio. Lazio che risponde subito. Padroni di casa che a questo punto devono cercare almeno il gol vittoria.

Share