Google Home è pronto a parlare italiano per gestire la domotica

Share

Niente snack portati a domicilio sul divano (per ora), ma per il resto Google Home è quanto di più simile a un maggiordomo ci si possa attualmente mettere in casa (a parte un maggiordomo vero, si intende).

A parlarne è stato Phillipp Schindler, Chief Business Officer di Google, che sottolinea come l'iniziativa avrà lo scopo di rafforzare il giornalismo di qualità, supportare modelli di business sostenibili all'interno della categoria e dare maggior potere alle redazioni attraverso le nuove innovazioni tecnologiche.

Google Home è il dispositivo principale e offre la massima qualità audio a 360°, grazie ai suoi altoparlanti a lunga escursione con driver e radiatori passivi da 5 cm. Il principio di utilizzo è veramente molto semplice: basterà pronunciare il comando "Ok Google" seguito da una istruzione.

Ma non è finita qui. L'assistente si appoggia alle funzionalità di ricerca di Google per offrire risposte a una serie di domande. A differenza del cugino Google Now, Assistant è in grado di impegnarsi in conversazioni 'naturali' con l'utente: è possibile chiedere informazioni come il meteo o sul traffico, di fissare appuntamenti, di effettuare chiamate e cosi' via. Se poi disponete di più dispositivi Google Home e di altoparlanti compatibili con Chromecast Audio o Chromecast, potete ascoltare la stessa melodia in tutta la casa o raggruppare i dispositivi per stanza con la funzione multi-room.

Enel: utili in crescita del 47 per cento, sale la cedola
L'ebitda ordinario ammonta a 15,555 miliardi di euro, con un incremento di 381 mln rispetto al 2016 (+2,5%). Confermiamo i nostri obiettivi economico-finanziari per il 2018' .

Google ci informa in merito al rilascio delle prime app su Actions on Google: il roll out inizia oggi ma sarà disponibile al 100% solo nei prossimi giorni. L'annuncio già cita esplicitamente innanzitutto il controllo della riproduzione su Chromecast.

Oggi è stato ufficializzato il tutto da Google, finalmente potremo acquistare il noto speaker con assistente virtuale attraverso il sito di Google o tramite la grande distribuzione. E poi, come contenuti audiovisivi per l'intrattenimento, il supporto per YouTube e Netflix. Certo, non viene richiesta ogni volta alcuna autenticazione per cui anche i vostri ospiti - volendo - potrebbero attivare con un comando il vostro Google Home, se sono veri amici, potrete fidarvi e loro potranno essere ancora di più a proprio agio.

L'uscita del Google Home Mini in Italia è prevista a partire dal 27 marzo su Google Store online e presso tutti i rivenditori autorizzati, tra cui Unieuro, Mediaworld, Euronics, e dal 3 aprile presso i negozi Wind e 3.

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie.

Share