Il Papa: la Messa non si paga

Share

"Auspico che quest'opera continui animando le Chiese locali a prodigarsi per le persone che sono state costrette a lasciare la propria patria e che diventano troppo spesso vittime di inganni, violenze e abusi di ogni genere". La Messa non si paga, la Messa è il sacrificio di Cristo che è gratuito, se tu vuoi fare un'offerta falla, ma non si paga, questo è importante capirlo', ha spiegato il Pontefice durante l'udienza generale.

Barzagli: "Malissimo 50 minuti, ma siamo tosti"
Andrea Barzagli commenta così la vittoria in rimonta sul Tottenham che porta la Juve ai quarti di Champions. Siamo capaci un po' di tutto, come di fare 50′ malissimo e poi di ribaltare il risultato, giocando bene.

Papa Francesco, dopo aver sottolineato in diverse occasioni la sua vicinanza alla categoria professionale degli infermieri, ha ricevuto nel corso della mattinata di sabato scorso una delegazione di 6500 infermieri italiani tra i quali erano presenti anche 98 professionisti appartenenti all'ordine di Forlì-Cesena. "E' il mistero della fede". Non deve mai derivare da una imposizione dei sacerdoti.Quest'ultimi infatti sono tenuti, secondo il Papa, ad allinearsi ad un condotta più povera in termini economici ma più ricca in termini di valori ed ideali del Cristianesimo. Infine il Santo Padre ha aggiunto che "un altro elemento che rende gravoso e talora insostenibile lo svolgimento della vostra professione è la carenza di personale, che non può giovare a migliorare i servizi offerti, e che un'amministrazione saggia non può intendere in alcun modo come una fonte di risparmio". Verso la fine del suo discorso Papa Francesco si è rivolto anche alle amministrazioni sanitarie pubbliche e private, esortandole a non considerare come fonte di risparmio la carenza di personale infermieristico. Io penso allo scandalo che possiamo fare alla gente con il nostro atteggiamento, con le nostre abitudini non sacerdotali nel Tempio: lo scandalo del commercio, lo scandalo delle mondanità', aveva asseverato Papa Francesco, anni fa nel sermone della messa alla Domus Santa Marta. "Lo sport appare così una grande scuola di inclusione, ma anche di ispirazione per la propria vita e di impegno a trasformare la società". "Per questo siamo qui", scherza. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Share