Inter-Napoli, Sarri: "Affrontato una big. Scudetto? Non siamo la più forte"

Share

Stesso discorso per Hamsik: anche lo slovacco, che ha superato Maradona nella classifica dei migliori marcatori nella storia del Napoli, è a un centro dai 100 in Serie A. Ma a San Siro i gol non arrivano. Di riflesso, Napoli e Inter proveranno a superarsi puntando principalmente sulla fase difensiva, sull'organizzazione tattica, senza concedere nulla all'avversario. Veniamo da un pessimo periodo, ma in generale non abbiamo mai giocato un grandissimo calcio anche perché non abbiamo quella qualità di cui si parla. Otto gli Under 2,5 che si sono verificati nelle ultime 9 gare di campionato dell'Inter. L'unica vera occasione di tutto il primo tempo arriva al 36' per l'Inter con un tiro dal limite dell'area di Candreva, tiro che non spaventa Reina e che si spegne sul fondo di un metro abbondante. Le tabelle sono saltate da un po', ora si naviga a vista, ma con una costante. E' chiaro che loro hanno fatto meglio di noi, hanno questa qualità, questa caratteristica che li contraddistingue, questo metodo 'sarriano' che altri dicono, è vero. "Ora dobbiamo trovare continuità anche se non so come ci comporteremo la prossima volta perché facciamo passi indietro". Abbiamo il merito di aver tenuto vivo l'unico campionato europeo ancora in equilibrio. Tra Inter e Napoli può dunque festeggiare la Juventus, che è ufficialmente prima in classifica a +1 dagli uomini di Sarri - con addirittura una partita in meno. Dunque c'è molto di pancia e ben poco di testa in un ragionamento che cozza con la logica, ancor prima che con la sportività. E invece a San Siro finisce 0-0, con i bianconeri che ufficializzano il sorpasso ai danni dei rivali, con una gara ancora da recuperare.

Il primo tempo del match è più tattico che frizzante.

Coltivava marijuana in una serra mentre era ai domiciliari, arrestato
Una serie di comportamenti alla luce di quali, quindi, l'autorità giudiziaria ha emesso il provvedimento di aggravamento della misura cautelare.

Dopo il giro di interviste davanti alle telecamere, Maurizio Sarri si presenta nella sala conferenze del Meazza per commentare lo 0-0 contro l'Inter. E' mia convinzione che Spalletti si giochi la Champions con Simone Inzaghi (che partecipa anche all'Europa League), che il Milan - vincitore a Genova come la Juve otto giorni fa a Roma, cioé con molta fortuna - non abbia i numeri per farcela, mentre la Roma arriverà terza.

Share