Iran, schianto jet turco: 11 vittime tutte donne, anche equipaggio

Share

Le otto ragazze sono morte, insieme ai tre membri dell'equipaggio.

Sarebbero 11 le persone a bordo del jet privato turco che si è schiantato in una zona montagnosa nel sud ovest dell'Iran, a 400 km da Teheran.

L'aereo, secondo quanto riferiscono i media, era partito da Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti, e stava rientrando a Istanbul, quando all'improvviso è scomparso dal radar.

Nepal, aereo passeggeri del Bangladesh precipita a Kathmandu
Alle operazioni di soccorso partecipa anche l'esercito; l'aeroporto internazionale di Kathmandu è stato chiuso dopo l'incidente. A dare notizia di quanto accaduto è stato il quotidiano The Himalayan Times attraverso la sua pagina on line.

La giovane aveva postato su Instagram la foto e i video alcune ore prima della tragedia, in particolare un ultimo video del soggiorno a Dubai: mostra lei e le amiche mentre si divertono al concerto della cantante Rita Ora in un famoso nightclub.

Le ragazze stavano tornando dalla festa di addio al nubilato di una loro amica, ma il viaggio è tragicamente finito, per cause ancora da accertare, su una montagna nel sudovest dell'Iran dopo aver preso fuoco. Per l'identificazione si dovrà ricorrere all'esame del Dna anche se non vi sono dubbi riguardo all'identità delle undici vittime.

Mina Basaran è figlia di Huseyn Basaran, finanziere e imprenditore molto noto in Turchia, proprietario e amministratore delegato della Holding Company che porta il suo nome, ha sede a Istanbul e opera in diversi settori, da quello dell'energia a quello delle costruzioni e a quello alberghiero. Ex patron della squadra di calcio del Trabzonspor, Basaran possiede anche una società che controlla la Bahrain Middle East Bank BSC, una piccola banca di investimenti. Secondo l'Aviazione civile iraniana, l'aereo è entrato nello spazio aereo iraniano "alle 16.59 ora locale [14.29 italiane] ed è precipitato verso le 18.09" (15.39 italiane). Anche la figlia occupava un ruolo all'interno dell'azienda.

Share