Jessica Capshaw e Sarah Drew lasciano Grey's Anatomy!

Share

Proprio così, amici aficionados del fortunato medical drama, avete letto bene: Grey's Anatomy perderà Arizona Robbins e April Kepner, le due dottoresse interpretate rispettivamente da Jessica Capshaw e Sarah Drew. Grazie a questa presenza la serie ha ricevuto più di un riconoscimento dalla comunità Lgbt. Le motivazioni della rinuncia a due personaggi molto amati di Grey's Anatomy stanno nelle scelte di tipo creativo da parte degli autori: la decisione è stata rivendicata da Krista Vernoff, ritornata alla guida del team di autori di Grey's Anatomy 14 come co-showrunner, chiedendo e ottenendo carta bianca sulle trame.

A queste parole si sono aggiunte quelle dell'ideatrice Shonda Rhimes, ideatrice di una delle serie più longeve e di maggior successo dell'ultimo decennio, che comprendendo il dispiacere dei fan ha affermato: "È sempre difficile per me dire addio a qualcuno dei miei personaggi". Stupiti e tristi i commenti delle due protagoniste, un atteggiamento che conferma come gli stessi attori siano informati con brevissimo anticipo sull'evoluzione dei loro personaggi. Sarò sempre grata a Jessica e Sarah per aver dato vita a questi personaggi con le loro vibranti performance, ispirando le donne di tutto il mondo. Saranno sempre una parte della famiglia di Shondaland.

Giulia Calcaterra: "Isola pilotata per favorire Raz, marijuana anche nella mia edizione"
All'inizio era molto palese che volessero incitarmi a creare una love story con Simone Susinna . Fuori dal programma, alcuni naufraghi fumavano prima che fossimo trasferiti sull'isola.

Le teorie relative a quello che potrebbe succedere ad Arizona al termine della 14 stagione di Grey's Anatomy sono molte, ma ce n'è una che spicca su tutte le altre: il ritorno di Arizona con Callie! "È stata una gioia e un privilegio lavorare con attrici così straordinarie", ha dichiarato in una nota la showrunner Krista Vernoff. Arizona Robbins è gentile, intelligente, divertente, perspicace, audace, giocoso, feroce e davvero bravo nel suo lavoro, è stata una delle prime componenti della comunità LGBTQ ad essere rappresentata con un ruolo regolare in una serie televisiva. Sono triste nel vederla andare via ma mi consola l'idea che continuerà a vivere incessantemente nelle nostre coscienze e nella nostra immaginazione. Lo so da meno di 48 ore, quindi non sono pronta a dire addio e rilasciare una dichiarazione onnicomprensiva sui miei nove anni nella serie. "Shonda, grazie per il passaggio su queste incredibili montagne russe".

Share