Lorenzin sui vaccini: "Sanzioni per chi non è in regola"

Share

È questo l'annuncio del ministro della Salute Beatrice Lorenzin a pochi giorni dalla scadenza del termine utile per iscrivere i figlia a scuola con i certificati di vaccinazione, fissato per il 10 marzo. Il Ministro Lorenzin si è anche scagliata contro alla proposta di alcune Regioni di lasciare finire l'anno scolastico ai bambini non vaccinati entro il dieci marzo.

'Siamo indignati per le recenti affermazioni del Ministro Lorenzin fatte a Modena, che ha parlato di "sciacallaggio" e di "vergogna" davanti a dei cartelloni dove venivano sottolineate le segnalazioni fatte all'AIFA per le sospette reazioni avverse date dai vaccini.

"Lo scorso mese sono morte due persone di morbillo e abbiamo avuto 164 casi - continua Lorenzin -".

(Ri)ecco "Vero", l'app del momento che punta a battere Instagram
L'app è stata lanciata nel 2015 , ma ha rapidamente guadagnato nuovi utenti negli ultimi mesi. Parliamo di Vero , un social network che si è messo in diretta concorrenza con Instagram .

In arrivo sanzioni a tutti coloro che scelgono di non vaccinare i propri figli "per motivi ideologici". "Ci sarà un'applicazione pedissequa della legge e chi pensava che non facessimo sul serio - precisa Lorenzin- si sbagliava di grosso".

Da lunedì 26 febbraio sono presenti nuovi manifesti ideati e firmati solo ed esclusivamente dai Genitori del NO per la città di Modena, che si muoveranno con i camion vela.

Oltre a sottolineare per l'ennesima volta l'importanza delle vaccinazioni, la Lorenzin ha anche commentato con grande durezza il caso dei cartelloni no vax affissi in Emilia Romagna: "Sono intervenuta rispetto alle autorità cittadine ma anche segnalando questi manifesti alle autorità competenti per verificare se siamo di fronte a un caso di procurato allarme". "È incredibile - ha concluso - che possa accadere in una Regione dove c'è un livello di sanità altissimo, ma dove ci sono anche personaggi come Montanari ed altri che sono il nucleo portante dei no vax". Dati preliminari mostrano che quasi un terzo dei bambini precedentemente non vaccinati, fra i nati negli anni 2011-2015, sono stati ora immunizzati. "Tutte le Regioni stanno andando molto bene sul fronte delle vaccinazioni e stanno recuperando quote di bambini in vista della scadenza del 10 marzo per la presentazione delle certificazioni di vaccinazione ai fini delle iscrizioni a scuola". Alle mamme preoccupate il ministro dice: "non abbiate paura delle vaccinazioni, non vi fate imbonire dai ciarlatani, la vaccinazione è il sistema più sicuro che abbiamo per mettere in sicurezza i nostri figli". "Sono ancora migliaia i bambini che non sono in regola con la legge sull'obbligo vaccinale", tuttavia, "la situazione generale è positiva e al di sopra delle nostre aspettative, con molte Regioni che hanno superato la soglia del 95%, ad esempio per la vaccinazione esavalente", conclude Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di sanità.

Share