M5s, Di Maio e l'appello di responsabilità a tutte le forze politiche

Share

E infine l'appello: "Io chiedo responsabilità: il debito pubblico e la disoccupazione non aspettano. Gli italiani hanno dato un segnale che va colto: un voto post ideologico, dove non ci sono più destra e sinistra, con un 32% di preferenze a un programma che non è mai stato estremista, e non è contro l'euro". E invece le forze politiche discutono al loro interno dei loro problemi. "Fatevi avanti con i temi e diteci cosa voletere fare per gli italiani non per i vostro partito". "Gli italiani votando M5s hanno votato un candidato premier, una squadra, un programma". Parlando poi della situazione economica, Di Maio ha attaccato il ministro dell'Economia per aver "trascinato le questioni tra Italia e Bruxelles rispondendo 'non so' a proposito del futuro del nostro Paese". Forse hanno bisogno di un segnale ancora più forte, come nuove elezioni? "È stata quasi una provocazione, come a dire che 'ora che me vado all'opposizione avveleno i pozzi'". "Sempre più gente - ha detto in un altro passaggio - si convince che M5s sia l'unica possibilità per uscire dal baratro dei partiti: per questo credo che siamo destinati a crescere".

"Non siamo disponibili a immaginare una squadra di governo diversa da quella espressa dalla volontà popolare: c'è stata una grande investitura": con queste poche parole pronunciate durante la conferenza stampa convocata presso la sede della stampa estera a Roma Luigi Di Maio ha dimostrato di non conoscere nulla di come funziona una democrazia parlamentare e di volere qualcosa che nessuno gli darà mai: governare un paese con il 33% totale dei parlamentari e senza uno straccio di accordo parlamentare con altri.

Gabriel Cruz, il bambino scomparso in Spagna, ritrovato senza vita Video
La donna è sospettata: qualche giorno fa, proprio lei aveva trovato in una radura la maglietta bianca del bambino. Quando è stata arrestata, la donna si trovava ad una settantina di km dal luogo di sparizione di Gabriel Cruz .

"La linea di politica estera del M5s non è una linea che tende ad isolare l'Italia, vogliamo mantenere solide relazioni con gli alleati, l'Italia resterà nell'Ue e resterà all'interno della Nato e alleata con l'Occidente". L'elezione dei presidenti delle Camere non riguarda le dinamiche di governo.

"Non credo - ha aggiunto - che ci sia da stravolgere la politica estera dell'Italia ma farla valere di più".

Share