Mafie, il 21 a Foggia 'cuore' Giornata memoria vittime innocenti

Share

Jesi e la Vallesina ospitano il 21 marzo prossimo l'edizione regionale della Giornata nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Foggia sarà la piazza principale e si svolgerà in contemporanea in migliaia di luoghi in Italia, scuole, carceri, associazioni, università, fabbriche, parrocchie, con appuntamenti anche in America Latina (a Città del Messico, Bogotà e Buenos Aires, Salvador del Bahia, Città del Guatemala, Maracaibo, La Paz, mentre in Europa iniziative si svolgeranno a Parigi, Marsiglia, Bruxelles, Ginevra, Tenerife, Strasburgo, La Valletta, Zurigo e Copenaghen) a sottolineare - non solo simbolicamente - che per contrastare le mafie e la corruzione occorre sì il grande impegno delle forze di polizia e di molti magistrati, ma prima ancora occorre diventare una comunità solidale e corresponsabile, che faccia del "noi" non solo una parola, ma un crocevia di bisogni, desideri e speranze. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Il 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale "Giornata nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie".

Alle ore 10:00 ci sarà il discorso introduttivo a cura di Libera Abruzzo; seguirà l'intrattenimento musicale con il progetto "Easy Chitarra" di Angelo Ottaviani, preludio della importante testimonianza di Roberta Mauri, figlia della vittima innocente di mafia, Ambrogio, a cui è dedicato il Presidio di Libera Sulmona. Libera in memoria delle Vittime innocenti delle mafie.

Lo scandalo Cambridge Analytica fa crollare a picco Facebook
E' però la prima volta che gli attacchi vanno direttamente al suo amministratore delegato che, in passato, si è impegnato pubblicamente a "riparare Facebook ", guadagnandosi il soprannome di "Mr.

In questa prospettiva sono stati invitati a condividere la lettura dei nomi i rappresentanti di diverse anime che compongono il tessuto sociale del nostro territorio: le istituzioni e gli amministratori pubblici, gli enti di rappresentanza del mondo del lavoro, le diverse sfaccettature del mondo del Terzo Settore, le associazioni giovanili, sportive e culturali. Tra questi il Molise dove in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale e con il Comune di Campobasso, Libera Molise ha organizzato una tre giorni di eventi per parlare del fenomeno mafioso. Si tratta di un impegno condiviso tra tutte le associazioni di categoria imprenditoriali fondamentale per una maggiore presa di coscienza della criminalità che soffoca questo territorio e il suo sviluppo.

Non si chiede alle classi politiche di fare un passo indietro, al contrario si chiede di fare un passo avanti insieme alla società civile che reclama diritti ed è consapevole dei propri doveri.

La Giornata è l'occasione per ricordare i nomi e le storie di coloro che la violenza mafiosa ha portato via ai loro cari e alla nostra democrazia.

Share