Medio Oriente, migliaia di palestinesi al confine tra Gaza e Israele

Share

Mohammed Najjar, 25 anni, è stato colpito allo stomaco da un proiettile israeliano a Est di Jabalia, nel Nord della Striscia, ha precisato il ministero in un comunicato. La protesta è stata definita da Israele una provocazione. Secondo quanto riferito da funzionari palestinesi, l'esercito israeliano ha aperto il fuoco contro i dimostranti, uccidendo una persona e ferendone altre 54. Le autorità israeliane non hanno commentato l'accaduto.

Una persona è morta e decine di altre sono rimaste ferite il 30 marzo 2018 a Gaza, negli scontri tra i manifestanti palestinesi e l'esercito di Israele nel primo giorno della Marcia del Ritorno, manifestazione organizzata dai palestinesi per chiedere il ritorno dei profughi nei territori che attualmente appartengono allo stato di Israele.

Inter, Nainggolan rivela: "Sono stato vicino ai nerazzurri, ma…"
LA PARTITA CON IL BARCELLONA - "La cosa buona è che non abbiamo niente da perdere, possiamo farci ancora più belli in Europa". Vedono rigori anche quando non ci sono e secondo me è capitato che in qualche partita siano stati anche agevolati.

Migliaia di palestinesi sono in "sommossa in sei luoghi lungo la Striscia di Gaza, bruciando gomme, lanciando sassi alla barriera di sicurezza e verso le truppe israeliane che rispondono con mezzi di dispersione e sparando verso i principali istigatori", riferisce l'esercito israeliano sottolineando che Hamas "mette in pericolo le vite dei civili e le usa a fini terroristici, è responsabile dei disordini violenti e di tutto quello che avviene sotto i suoi auspici". L'esercito israeliano sottolinea di vedere "con grande severità ogni tentativo di far breccia nella sovranità israeliana o di danneggiare la barriera difensiva".

La vittima, un uomo di 27 anni, è stato ucciso nei pressi della città di Khan Younis, nel sud della Striscia. Sinwar è alla guida del movimento nella Striscia di Gaza dal febbraio 2017, quando ha preso il posto di Ismail Haniye.

Share