Milan-Arsenal, Bonucci: "Con lo spirito del secondo tempo possiamo qualificarci"

Share

Sconfitta che brucia per la squadra di Gennaro Gattuso. Nel primo tempo troppo ansiosi e timorosi, nel secondo tempo abbiamo osato maggiormente e fatto qualcosa di buono. Oggi ci è mancato il coraggio di prenderci qualche responsabilità in più sia nel possesso palla che nelle giocate.

Leonardo Bonucci ha spiegato il ko interno del Milan contro l'Arsenal nel dopopartita di San Siro ai microfoni di 'Sky Sport'.

Sul ritorno: "E' difficile, però nel calcio tutto può succedere". Serve coraggio in queste partite, perché contro hai grandi giocatori che possono inventare qualsiasi cosa.

Che cosa ha detto Di Francesco in conferenza stampa
A Napoli abbiamo trovato una squadra che mette tutti in difficoltà, ma ora sono contento che troviamo il gol con più continuità . Non tutte le partite sono state uguali, ad esempio con il Milan abbiamo meritato di perdere mentre in altri casi no.

"Impariamo dal primo tempo di questa sera, eravamo poco corti tra i reparti. Nel secondo tempo siamo andati meglio, se andiamo con questo spirito possiamo fare risultato". Nel secondo tempo è andata meglio, abbiamo concesso solamente un'occasione. Stasera abbiamo rischiato tanto, i due gol si potevano evitare.

Su un ipotetico calo fisico: "Non sono le gambe, è la testa che muove tutto". Paolo Condò nel porre la domanda fa un accenno alla morte di Davide Astori e Bonucci si commuove, facendo difficoltà a parlare: "Ciao Davide, non ho avuto modo di andarlo a salutare oggi. Era il numero uno sotto tanti punti di vista, la sua scomparsa mi ha toccato tantissimo, un grande compagno ed un grande uomo, lo porterò sempre con me (molto commosso ndr)".

Share