Milano, spacciano droga in casa ispirata a "Scarface": 5 arresti

Share

E' lascena comparsa di fronte agli investigatori della Polizia diStato che, a Milano, hanno arrestato cinque persone nel corso diun'indagine antidroga nel quartiere di periferia ex storicaroccaforte della 'mala' milanese. Ma un attimo di distrazione è stato fatale, gli agenti sono riusciti a fare irruzione bloccando tutti i soggetti nella sala da studio, una stanza che nell'arredamento e nei particolari riproduceva fedelmente la stanza del boss Tony Montana nel film Scarface, da qui il nome dell'operazione. Le manie del calabrese, pregiudicato come il fratello e legato a famiglie malavitose calabresi, era stato scarcerato nel 2017 dopo avere scontato una condanna per reati compiuti con il cognato Pepè Flachi.

In casa, inoltre, aveva anche un pitbull, chiamato Pablo in omaggio al narcotrafficante internazionale più famoso della storia, il celebre Pablo Escobar. Il centrodell'attività era la casa di Pittella e Maria Emilia Carvelli.

Gli investigatori, a seguito di perquisizione domiciliare, hanno sequestrato quasi 170 grammi di cocaina, 3.150 euro in contanti, materiale da taglio, 8 telefoni cellulari, materiale da confezionamento, tra cui un bilancino di precisione.

POLITICA: de Magistris appoggia Della Ragione
Un mezzo spargisale di Autostrade italiane, che agirà aggiungendosi a quelli meno attrezzati del Comune, opererà in città fino al pomeriggio.

Sono dunque finiti in manette P.S. di 28 anni, P.D. di 22 anni, C.M.E. di 20 anni, B.D. di 27 anni e C.A. di 32 anni con l'accusa detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Inoltre, in una cassetta dell'idrante vicino alla rampa dei box, gli agenti hanno sequestrato un borsello giallo e nero con all'interno un involucro in cellophane con 5,16 grammi di cocaina e altro materiale da confezionamento.

Share