Minaccia la figlia per la relazione omosessuale, denunciata

Share

Per questo, dopo cinque anni di angherie, la giovane aveva deciso di andare via da casa per convivere con la compagna. Prima le continue telefonate, poi i pedinamenti, fino alla minaccia di sfregiarla con l'acido o investirla con l'auto, se non avesse posto fine alla relazione. Lo scorso 11 marzo si è addiritura appostata dietro l'esercizio commerciale dove la figlia era stata assunta da poco e, il giorno dopo, si è presentata dai titolari del negozio chiedendo loro di licenziare la figlia perché altrimenti sarebbe tornata lì e avrebbe fatto una scenata. I titolari hanno quindi licenziato in tronco la giovane per evitare conseguenze per il locale. La donna, convocata in commissariato, è stata denunciata e diffidata dall'avvicinarsi alla figlia.

Spacciatore arrestato nella notte, la droga destinata alla movida viterbese
Sono stati arrestati il calabrese Antonino Vadalà , implicato anche nell'omicidio del giornalista Jan Kuciak . L'indagine ha coinvolto anche Paesi stranieri, come la Slovacchia , dove è stato rintracciato Vadalà.

"Rimaniamo sempre basiti dalla crudezza di alcune situazioni". Questa ragazza sta subendo da anni i maltrattamenti di una madre che non accetta la figlia. "Essere omosessuali è solo un modo di essere, non una scelta e tanto meno un voler offendere gli altri".il commento del presidente di Arcigay Siracusa Armando Caravini. "Come sportello e come associazione Arcigay ci mettiamo a disposizione di questa ragazza e della compagna per offrire i servizi a titolo gratuito sia da un punto di vista giuridico sia psicologico" conclude.

Share