Montagna, incidenti in Piemonte e Val d'Aosta: muore uno snowboarder

Share

Come riporta La Presse, il primo grave incidente si è verificato questa mattina nel Vallone di Otro, nel comune di Alagna Valsesia, dove tre sciatori sono stati travolti da una slavina durante una discesa fuoripista.

Piemonte: morto uno snowboarder oggi 4 marzo. L'allarme è stato lanciato da un testimone che ha assistito all'incidente, ma quando è sopraggiunta l'eliambulanza gli sciatori erano riusciti a estrarsi autonomamente dalla massa nevosa e sono scesi a valle senza identificarsi. Il CNSAS Piemonte ha bonificato la valanga utilizzando un Apparecchio per la Ricerca del Travolto da Valanga (ARTVA). Intorno alle 11:00 si è verificata una seconda valanga che aveva travolto questa volta un'altra decina di scialpinisti lungo il percorso che porta alla Cima della Piovosa in Val Maria (CN). Per fortuna la massa nevosa era di piccole dimensioni e di neve incoerente per cui un solo scialpinista è stato sepolto, per poi essere estratto illeso dai compagni che erano riusciti a liberarsi autonomamente dalla neve.

Ventenne trovato morto in stazione
La conferma ufficiale delle cause della morte arriveranno però soltanto dopo gli accertamenti e l'autopsia. L'indagine è stata aperta dalla procura di Milano.

E' stata una domenica difficile sulle montagne piemontesi anche per tre valanghe, la più grave al Pian Benot, a Usseglio (TO): uno sciatore fuoripista, 36 anni, di Torino, è stato travolto ed è rimasto completamente sommerso. L'intervento della squadra del CNSAS Piemonte è stata immediata poiché i tecnici erano già sul posto. Lo snowboarder è riuscito come accaduto nei precedenti casi ad uscire in maniera autonoma dalla massa nevosa. Sul posto è quindi giunta l'eliambulanza di Torino che lo ha preso in cura conducendolo al CTO. Si tratta di Daniele Della Calce, 27enne di Buccinasco, nel Milanese. Per il giovane non c'è stato nulla da fare.

Share