Papa: le messe in suffragio dei defunti non si pagano

Share

"Il sacrificio di Cristo è gratuito", e questo implica che anche quando si vuole ricordare qualcuno, per esempio un defunto, "la messa è gratuita": lo ha rimarcato papa Francesco che, nel corso dell'udienza generale, ha sottolineato che "nessuno e niente è dimenticato nella Preghiera eucaristica". "La supplica, come l'offerta, è presentata a Dio per tutti i membri della Chiesa, vivi e defunti, in attesa della beata speranza di condividere l'eredità eterna del cielo, con la Vergine Maria. Grazie della vostra pazienza e delle vostre preghiere".

Con grande conforto e comprensione Papa Francesco ha continuato dicendo che gli "infermieri svolgono un lavoro usurante, oltre che esposto a rischi, e un eccessivo coinvolgimento, unito alla durezza delle mansioni e dei turni, potrebbe farci perdere la freschezza e la serenità che sono necessarie per questa professione ". Il Prefazio si conclude con l'acclamazione del "Santo", normalmente cantata. "Questo è il mio sangue, questo è il mio corpo". E ha ricordato che il Signore è sempre pronto a perdonarci "a patto che" noi perdoniamo gli altri. "Non dobbiamo fare pensieri strani, chiederci come mai. è la fede".

Pd, Chiamparino: "Candidarmi a segretario? Perché no..."
Noi siamo stati carenti e la gente è andata da un'altra parte". "Non vedo niente di più sfidante per un giovane". Magari anche congelando le sue dimissioni.

Poi ha lanciato un appello al mondo dello sport. "Lo sport può tendere ponti tra Paesi in conflitto e dare un valido contributo a prospettive di pace tra i popoli". Rivolgo il mio saluto al Comitato Paralimpico Internazionale, agli atleti e alle atlete, alle Autorità e al popolo coreano.

Infine, l'annuncio dell'iniziativa quaresimale "24 ore per il Signore" che si tiene sabato e domenica prossimi: "Venerdì prossimo, nella Basilica di San Pietro, celebrerò la liturgia penitenziale per la tradizionale 24 Ore per il Signore".

Share