Raccontò Napoli e Maradona: morto Luigi Necco

Share

Quindi il passaggio a Mediaset, dove si è occupato delle dirette dai campi per Buona Domenica. Coniò alcune espressioni che rimasero nel cuore dei tifosi, nell'anno dello scudetto napoletano, come "Milano chiama e Napoli risponde".

È stato anche eletto, nelle liste dei Democratici di Sinistra, consigliere comunale a Napoli nelle elezioni del 1997. Per la Rai aveva pure ideato e condotto la rubrica L'occhio del faraone dal 1993 al 1997, nella quale realizzo' documentari e servizi sull'archeologia dell'area mediterranea. Tra le sue conduzioni anche l'"Emigrante".

"Addio al grande Luigi #Necco".

Franca Leosini, le citazioni colte e la sgradevole spettacolarizzazione del carnefice
Tante regole, ma poi l'emotività , a dispetto dell'apparenza, non svanisce mai. La giovane scoppia a piangere, " mi hanno dipinta come un serial killer ".

Il mondo del giornalismo piange Luigi Necco: il celebre cronista sportivo è morto all'ospedale Cardarelli di Napoli a causa di una grave insufficienza respiratoria.

"Il Presidente Aurelio De Laurentiis e tutta la SSC Napoli esprimono profondo cordoglio per la morte del giornalista Luigi Necco: ha raccontato la nostra storia - fino a diventarne parte - sempre con passione e stile inconfondibili".

Necco aveva cominciato a scrivere per il Corriere di Napoli, poi era passato in Rai: prima per leggere il giornale radio poi passando alla televisione. Il giornalista, che avrebbe compiuto 84 anni a maggio, è morto per arresto respiratorio.

Share