Scandalo Facebook, Zuckerberg si scusa: "Non accadrà più"

Share

Quando questi dettagli preoccupanti sono venuti alla luce, lo scandalo è diventato qualcosa di più grande del fallimento di Facebook nel proteggere i dati degli utenti, si tratta di come quei dati potevano essere stati abusati da un'azienda che si vanta apertamente di comportamenti non etici e, in alcuni casi, illegali. Ma abbiamo anche commesso degli errori e c'è ancora molto da fare e dobbiamo fare un passo avanti e farlo. Ecco il tweet ufficiale che riporta l'annuncio. Il problema è che le scienze informatiche, intese come branca della scienza, non sono mai state messe davanti alle conseguenze delle loro azioni - non hanno mai avuto il loro "reckoning moment", il momento della consapevolezza, del risveglio.

Pensateci. Soprattutto la prossima volta che qualcuno vi darà un post da condividere riguardante questo o quel politico, la foto di questa o quell'immigrato, il presunto scandalo di turno, lo sfottò verso un gruppo di persone e così via. La società ha consentito, con i suoi sistemi, di creare profili per 50 milioni di persone usati dalla Cambridge Analytica di spostare l'opinione pubblica in molte occasioni in cambio di soldi.

"Nel 2014, per prevenire app sleali, abbiamo annunciato che stavamo cambiando l'intera piattaforma per limitare drasticamente l'accesso alle app che raccolgono i dati degli utenti". Una delusione che mette letteralmente il mondo intero di fronte alla realtà più cruda e che ingenuamente forse è stata sempre da tutti volutamente ignorata. Stando a quanto rivela il Guardian, però, il social network avrebbe avuto un rapporto abbastanza stretto con il ricercatore e gli avrebbe fornito un insieme di dati aggregati su un totale di 57 miliardi di amicizie.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android.

Un ex consigliere di Trump ha detto che Jared Kushner, genero, che ha curato le operazioni digitali della campagna Trump, ha coinvolto Cambridge Analytica nella campagna 2016. Lo afferma il Codacons dopo la richiesta di chiarimenti avanzata dall'Agcom circa l'impiego dei dati per finalità di comunicazione politica da parte di terzi.

METEO: colpo di scena, il Maltempo atlantico incombe su PASQUA, Italia Spaccata
Da domani quindi prepariamoci a temperature più alte che cui faranno finalmente sentire nella stagione da poco entrata sottotono.

Ok, ora abbiamo i nostri dati personali prelevati da Facebook.

Zuckerberg ha poi assicurato che grazie alle nuove regole per la creazione delle App quanto avvenuto con Cambridge Analytica non potrà più ripetersi.

Non resta da vedere se queste promesse riconquisteranno la fiducia degli utenti traditi. Ma questo è il passato. Facebook precisa quindi che se troverà sviluppatori che usano o hanno usato in modo improprio informazioni personali, oltre a vietare la app informerà tutti quelli che l'hanno scaricata o utilizzata. In terzo luogo, vogliamo essere sicuri di capire a quali app hai permesso di accedere ai tuoi dati.

Che fine fanno tutti i dati personali che inseriamo su Facebook? Faccio sul serio per proteggere la nostra comunità. Proprio per questo, Cambridge Analytica e gli altri soggetti coinvolti sono stati bannati dalla piattaforma.

Share