Serie A, manita del Napoli a Cagliari: azzurri a +4 sulla Juve

Share

Pochi minuti dopo Insigne, già assist-man per il gol di Hamsik, trova anche esso il gol, grazie a un rigore proprio da lui guadagnato. Sceglie la via dell'impatto fisico, il Cagliari contro il Napoli.

E' comunque soddisfatto l'allenatore del Cagliari, Lopez, nonostante la sconfitta netta dei suoi contro il Napoli.

45' - Prima della fine della prima frazione arriva il raddoppio di Mertens che, sul primo palo, anticipa tutti e con un tocco beffardo batte Cragno non esente da colpe nella circostanza. "Non ho potuto mettere un altro attaccante, lui aveva un problema al polpaccio, bisogna prendere delle decisioni e con la curva non è successo nulla".

Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la spettacolare vittoria del suo Napoli sul campo del Cagliari. Gli uomini di Sarri però devono dimenticare in fretta l'eliminazione dall'Europa League, avvenuta giovedì per mano dell'intraprendente Lipsia, in seguito alla quale lo stesso tecnico toscano ha speso parole al veleno per l'atteggiamento troppo permissivo nel match di andata. Intanto c'è questo +4 potenziale, da rivedere quando la Juventus recupererà la partita rinviata ieri. Io non faccio ragionamenti sulla Juventus, ragiono sulla mia squadra e spero che la mia sia capace di andare nella terra sconosciuta perché noi sopra gli 86 punti non ci siamo mai stati. Invece in questa fase della stagione potrebbe arrivare l'allungo decisivo verso il terzo titolo che dalle parti del Vesuvio inseguono dal lontano 1990 quando Maradona era ancora il Re di Napoli.

Pusher minorenni e rapporti in cambio della dose: sgominata banda di spacciatori
La donna per le ferite riportate a seguito della rapina, moriva dopo poche ore dall'intervento d'urgenza a cui era stata sottoposta.

15' - Bella partenza del Cagliari che in un paio di circostanze si è fatto vedere dalle parti di Reina con due conclusioni di Pavoletti ispirato da uno scatenato Han (esordio da titolare in serie A). Il Napoli concede in media 2,2 tiri nello specchio a partita. Bisogna stare attenti, concentrati, sapendo che è una squadra che vince attraverso il gioco. Ci sentiamo bene fisicamente, in campo ci divertiamo e siamo pronti a compiere l'ultimo sforzo per il rush finale. Ma pur sempre un allungo che determina una maggior sicurezza per il Napoli, adesso certo di essere primo anche nel prossimo turno. Ma che cosa ha determinato la batosta?

"Domani dovremo dare battaglia e giocare, ma siamo in grado di fermare il Napoli".

PAVOLETTI SPAVENTA IL NAPOLI - Il tutto ha prodotto mezz'ora di divertimento puro con continui capovolgimenti di fronte. "Dobbiamo sicuramente migliorare e rivedere gli errori commessi, in ogni caso l'approccio al match è stato positivo".

Share