Spacciatore arrestato nella notte, la droga destinata alla movida viterbese

Share

Fiumi di hashish per cui i carabinieri stanno eseguendo da questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip partenopeo, a carico di ventinove indagati accusati a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata da finalità mafiose.

Sono stati arrestati il calabrese Antonino Vadalà, implicato anche nell'omicidio del giornalista Jan Kuciak.

Il Milan di Gattuso sbanca Genova: rossoneri sesti
Galabinov 5 - Visto l'ultimo periodo di forma, Bonucci e Romagnoli sono due difensori che farebbero paura a chiunque. Il terzino destro rossonero conferma il momento positivo, a parte la parentesi Arsenal , e l'intesa con Suso .

I Carabinieri della Compagnia di Paola, coordinati dal capitano Giordano Tognoni, Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno tratto in arresto un 51enne di Paola, noto alle forze dell'ordine per reati in materia di stupefacenti, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

A Venezia è stata sgominata una banda che importava droga, in particolare cocaina, dal Sud America. Nei carichi veniva nascosta una quantita' ingente di droga. L'indagine ha coinvolto anche Paesi stranieri, come la Slovacchia, dove è stato rintracciato Vadalà. Un plauso per i risultati raggiunti è stato espresso dal procuratore capo di Venezia, Bruno Cherchi, secondo cui "è stato raggiunto un risultato molto importante, anche grazie alla collaborazione fornita dalle autorità slovacche e dall'EuroJust, l'organo europeo di coordinamento per quanto riguarda la giustizia penale". Tutto merito di un agente della guardia di finanza che stava indagando sotto copertura. Droga per un peso complessivo di 32 grammi. Su un altro comodino posto ai piedi del letto, i poliziotti del commissariato Flaminio, diretto da Massimo Fiore, hanno inoltre rinvenuto 3 dosi di cocaina, cinque bustine di sostanza da taglio, 2 bilancini di precisione sporchi di cocaina, un grosso coltello intriso di hashish, un piatto usato per "tagliare" la droga con sopra tracce di cocaina, varie buste per il confezionamento ed un quaderno con nomi e cifre.

Share