Spalletti: "Lotta Scudetto aperta. Pareggio col Napoli merito soprattutto di un giocatore"

Share

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, a margine di un evento che si è tenuto ad Empoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni dinnanzi ai giornalisti presenti: "Abbiamo fatto perdere lo scudetto al Napoli? Skriniar? Ha qualità e carattere, ce la mette costantemente e prende decisioni importanti nei momenti importanti". Il Napoli, nonostante la sconfitta in casa contro la Roma e il pareggio contro l'Inter, in 28 giornate ha vinto solamente una partita in meno della Juventus: 22.

Il colmo ieri sera, nella conferenza stampa del dopo partita, quando ha condito via -in un salone dove al suo posto si è seduta gente come Rocco, Liedholm, Trapattoni, Herrera, Fergusson e Guardiola- una giornalsta e la sua domanda con "Sei una donna, sei carina e non ti mando a fare in culo per questi due motivi".

C'è Posta per Te, Federico e Marta si sono lasciati?
Nel corso dell'ottava puntata del programma della De Filippi , inoltre, ci saranno quattro ospiti d'eccezione. Il momento sarà divertentissimo e assolutamente da non perdere!

Qualcosa si è spento e i problemi stanno emergendo inesorabili in una squadra alla quale mancano i cosiddetti 'Jolly' dalla panchina, cosa che invece può vantare la Juventus. Evidentemente quando giochiamo con squadre forti riusciamo a prendere il loro passo e la loro mentalità. Ci hanno provato anche Insigne e Hamsik, ma anche loro con mira sballata. "Se si parla di qualità dell'Inter queste poi vanno confrontate con quelle che poi sono le qualità delle altre squadre". "È un periodo in cui il pallone non vuole assolutamente saperne di entrare ma non c'è bisogno di agitarsi, tutto si aggiusterà". "Il Napoli ha qualità", l'opinione espressa dal tecnico nerazzurro ai microfoni di Premium Sport, nel corso del programma 'Serie A Live'. Il Napoli ha tre partite alla portata a disposizione: Genoa, Sassuolo e Chievo.

Buffon secondo lei continuerà a giocare? In fase di non possesso, i nerazzurri passano ad un 4-4-1-1 con Rafinha che blocca Jorginho e Icardi che si dimena tra Koulibaly e Albiol. Come lo sconcertante Sassuolo che sembra essere entrato in una spirale involutiva senza fine. "Noi non siamo né la squadra più ricca, né la più forte d'Italia".

Share