Spotify, battaglia agli utenti pirata che usano Premium con account gratuiti

Share

Attualmente gli utenti iscritti al servizio Spotify base sono 88 milioni. E come da tradizione, nell'Italia che grida politicamente all'onestà, è scoppiata una bufera social, fatta di lamentele e insulti alla piattaforma, che ha portato la parola "Spotify" ad essere il primo trend topic nazionale su Twitter. Un servizio illegale che Spotify ha finalmente deciso di affrontare. La versione gratuita, a differenza di quella a pagamento, consente ugualmente di ascoltare un numero infinito di brani, ma la riproduzione è completamente casuale e la funzione di passare alla traccia successiva è utilizzabile un numero limitato di volte. "E io torno a scaricare la musica da youtube e a mettermela sul telefono perché la vostra pubblicità non la voglio sentire e 10€ per la versione premium", rilancia un altro utente arrabbiato.

"Caro utente, abbiamo rilevato un'attività anormale sull'app che stai usando quindi l'abbiamo disabilitata". Non preoccuparti: il tuo account Spotify è sicuro. Nel messaggio di posta elettronica inviato da Spotify e ottenuto da TorrentFreak, si legge che "se rileviamo l'uso ripetuto di app non autorizzate in violazione dei nostri termini, ci riserviamo tutti i diritti, inclusa la sospensione o chiusura del tuo account". È logico che l'azienda voglia massimizzare il numero di clienti paganti.

È ARRIVATA LA FELICITÀ 2 quinta puntata anticipazioni 13 marzo 2018
Si può commentare E' arrivata la felicità 2 sulla pagina ufficiale di Facebook o su Twitter , all'account @LaFelicitaTv . Orlando , intanto, si scopre geloso di Ravalli , l'oncologo che ha in cura Angelica .

Spotify sta cercando di porre un freno alla diffusione delle APK modificate che consentono di accedere gratuitamente a funzionalità premium. Addio dunque al tradizionale road show che di solito accompagna una initial public offering (Ipo), con l'ambizione dell'azienda svedese di democratizzare l'accesso in Borsa, rendendolo più trasparente. Per tale ragione, fino a quando non sarà ripristinato il problema nella versione web del servizio, il consiglio è quello di utilizzare i dispositivi mobili con a bordo Android, iOS o Windows Mobile per proseguire l'ascolto della propria musica preferita, in attesa di un comunicato ufficiale da parte di Spotify che quasi certamente farà chiarezza sul down in corso e ancora segnalato da molti utenti.

Share