Strage di Latina: mamma Antonietta è stata informata della morte delle figlie

Share

Data l'operazione alla mandibola e l'imbragatura che le è stata messa la donna non può parlare.

Strage di Latina, la mamma ha saputo della morte delle figlie.

"Solo che non doveva andare così...solo che tutti siamo un po' più soli qui...sempre nel cuore", si legge su uno striscione esposto sulla scalinata della chiesa. Alessia e Martina riposeranno nel cimitero di Cisterna. "Ma è davvero tutto finito?". Io stessa sono sopravvissuta alla violenza, ma a differenza sua sono stata protetta da mio figlio e mia nuora. "Perché? Mi chiedo e so che questo succede anche a voi, fratelli miei". Improbabile la sua presenza dato che è ancora in terapia intensiva al San Camillo di Roma.

Nel giorno dell'ultimo saluto alle due bambine uccise per mano del papà, il parroco ricorda il cammino di fede di Alessia e Martina: "È con grande emozione che oggi, a nome di tutti, do l'estremo saluto terreno ad Alessia e Martina, due bambine da me conosciute ed amate. Da questo evento dobbiamo ricevere un significato di vita per dare un significato a ciò che stiamo vivendo in questo momento".

Terremoto Mediterraneo, scossa M 4.7 avvertita sulla costa
Una scossa di magnitudo 4 .7 è stata avvertita alle 17,42 ora italiana nella costa che affaccia di fronte alla Sicilia . Non si registrano al momento danni a cose o persone.

"C'è stato solo un brusio quando il sacerdote ha detto di pregare anche per il padre". Qualcuno dai banchi della chiesa ha contestato le parole del parroco e lui ha aggiunto, dopo un attimo di silenzio e commozione, "scusate, ma la famiglia ha perdonato".

Il Commissario Straordinario di Cisterna ha proclamato il lutto cittadino disponendo dalle ore 10,30 alle 12,30, in concomitanza con la celebrazione funebre, l'esposizione delle bandiere a mezz'asta su tutti gli edifici pubblici e privati compresi quelli scolastici di ogni ordine e grado, la sospensione di tutte le manifestazioni previste nell'intera, la chiusura al pubblico degli uffici comunali (dalle 10,30 alle 12,30), l'invito a tutti i cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive di Cisterna ad esprimere in forme autonoma il dolore dei Cisternesi e l'abbraccio dell'intera comunità. All'interno della chiesa inoltre niente riprese e foto.

Dopo una settimana dalla tragedia di Cisterna di Latina, Antonietta Gargiulo non è più sedata e ha riaperto gli occhi. Probabilmente non potrà presenziare al funerale delle due bimbe che è stato fissato per domani a Cisterna di Latina. Un omaggio corale alle piccole vittime dell'alba di follia di Luigi Capasso.

Share