Trovato ordigno bellico, 23mila persone da evacuare

Share

A Fano sono stati evacuati l'ospedale Santa Croce e la stazione ferroviaria. È interrotta anche la circolazione dei treni, mentre lo stop non interessa invece l'autostrada A14.

La bomba sarà fatta brillare in mare: sarà prelevata nelle prossime ora e condotta al largo, in un'operazione congiunta tra Esercito e Marina Militare. L'evacuazione è stata decisa in quanto l'ordigno è stato innescato accidentalmente durante alcuni lavori.

Sul posto sono intervenuti in un primo momento gli artificieri dell'Esercito italiano i quali hanno stabilito che si tratta di un ordigno di fabbricazione inglese da 500 libbre con le spolette differite: in linea teorica potrebbe esplodere, viene sottolineato, entro 144 ore.

Da qui la decisione precauzionale di allontanare le persone, in attesa della rimozione.

Читайте также: Bari, Grosso: "Sfruttare al meglio questo jolly. Galano è uno dei 23"

Massiccia operazione per evacuare circa 23 mila persone dal centro di Fano, dopo il ritrovamento martedì mattina di un ordigno bellico in un cantiere dell'Aser in viale Ruggeri sul lungomare Sassonia. La decisione è stata presa in serata dalla prefettura di Pesaro. Per accelerare le operazioni sono al lavoro oltre mille soldati.

Il sindaco Seri invita chi ha parenti e conoscenti fuori da questo raggio a recarsi da loro, fuori dall'area di sicurezza. Sempre domani, fino alle ore 13.00 saranno chiusi tutti gli uffici pubblici con eccezione del Commissariato, della stazione dei Carabinieri e del Comando di Polizia locale.

Sassonia fino a Porto Canale e zona Sassonia 3 - parcheggio Vanvitelli o via della Marina di fronte all'asilo Manfrini.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2018 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share