Truffa al Policlinico di Palermo, sequestro per equivalente

Share

Si tratta di un farmaco comunemente chiamato Gh con gravi effetti collaterali.

I carabinieri del NAS di Palermo, su delega della Procura e dopo articolate indagini svolte anche nei riguardi di un docente universitario del Policlinico, hanno quindi proceduto effettuato un sequestro preventivo, anche per equivalente, nei confronti del ricercatore, per circa 105.000 euro. Oltre duecento piani terapeutici semestrali che sono costati all'Asp oltre 800mila euro.

Il contratto, infatti, lo vincolava all'università di Palermo in maniera determinata, perché aveva una durata di 3 anni per un periodo dal 1 marzo 2013 al 30 novembre 2016 con un impegno di 1500 ore per operare nel reparto di endocrinologia della facoltà di Medicina e chirurgia dell'università di Palermo.

Funerali Astori, Badelj: "Sei luce per tutti noi"
Come ti piaceva definirti designer di fama internazionale, e calciatore nel tempo libero. Al mattino eri sempre te ad accendere la luce: "tu sei questo per tutti noi, luce".

Avrebbe prescritto illecitamente a 133 pazienti - usando i formulari del Policlinico - l'ormone della crescita agevolando così un'importante multinazionale farmaceutica con cui collaborava. E' stato poi verificato che i pazienti venivano sottoposti a visita, anche presso un centro medico privato, dal ricercatore, medico non autorizzato alla specifica prescrizione, che redigeva i piani terapeutici in collaborazione con il docente universitario di suo riferimento, medico invece autorizzato dall'assessorato regionale della salute per tali prescrizioni.

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Share