Vaccini: in Sicilia tempo fino al 31 marzo

Share

Il decreto Lorenzin per la reintroduzione dell'obbligo vaccinale per i bambini dagli 0 ai 6 anni e dai 6 ai 16 anni, varato la scorsa estate allo scopo di alzare le coperture vaccinali in calo in molte regioni d'Italia, avrebbe prodotto i risultati sperati: "Le vaccinazioni sono aumentate e questo era l'obiettivo del decreto".

Nel comprensorio cesenate (15 comuni) uno su tre si è messo in regola coi vaccini, gli altri hanno fatto orecchie da mercante oppure, per problemi di salute, hanno dovuto rimandare il vaccino dei figli di mese in mese.

Nella legge sono inseriti 14 vaccini. Vaccinazioni obbligatorie: quali sono?

Cosa succede ai bambini che non hanno effettuato la vaccinazione entro il 10 marzo? Dopo il 10 marzo sarà invece vietato l'accesso alle scuole per tutti i bambini che non sono in regola neanche con quest'ultimo obbligo.

Salvini apre al governo con M5S: " Escluso il Pd tutto è possibile"
Domani i nostri capigruppo Giulia Grillo e Danilo Toninelli si confronteranno anche con le altre forze politiche. Lo dico da tempo: in politica non si fanno passi avanti senza farne qualcuno indietro.

Ma in serata è arrivata la doccia fredda da Roma: nessuna proroga sulla scadenza del 10 marzo ai fini della presentazione alle scuola dei certificati di vaccinazione o della prenotazione alla Asl.

In alcune Regioni (quelle dotate di anagrafe vaccinale informatizzato e che intendono aderire) è prevista la possibilità di anticipare anche per l'anno scolastico 2017/2018 la procedura semplificata prevista dalla legge a partire dall'anno scolastico 2019/2020 che consente lo scambio diretto di dati tra Asl e Istituti scolastici (ad esempio al momento hanno aderito alla procedura per l'anno scolastico 2017/2018: Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Toscana, Marche, Bolzano, Trento, Liguria, Lazio, Valle d'Aosta, Sicilia).

Nel rispetto della circolare ministeriale, anche nell' isola, entro il 20 marzo le istituzioni scolastiche, acquisite le informazioni da parte delle Asp, inviteranno i genitori a depositare entro dieci giorni il certificato di vaccinazione avvenuta. A causa dell'inadempienza dei vaccini obbligatori i minori potrebbero essere sospesi da scuola, fino ad annunciata regolarizzazione, mentre i genitori potrebbero essere sanzionati con multe che vanno dai 100 ai 500 euro.

Share