Addio a Ronald Lee Ermey, il sergente Hartman di "Full Metal Jacket"

Share

Si è spento il sergente Hartman di Full Metal Jacket, uno dei personaggi cinematografici dell'ultimo secolo più iconici della storia del cinema.

Tutte le battute di Hartman, in verità, sono memorabili e hanno rappresentato sia un momento iconico di cinema sia l'inizio di una fruttuosa carriera per R. Lee Ermey, l'attore che ha vestito le mostrine del sergente. A dare l'annuncio della sua morte sui social l'agente dell'attore, Bill Rogin.

Gelmini: parteciperemo a governo solo se 5S riconosce Berlusconi
L'ultimo affondo arriva da Silvio Berlusconi . "I numeri sono numeri - aggiunge Salvini - e in questo momento non ci sono. E nuove distanze si aprono nella coalizione Lega-Forza Italia-FdI a causa delle parole "estemporanee" di Berlusconi .

Con enorme dispiacere devo informarvi che R. Lee Ermey ("The Gunny") è morto questa mattina (15 aprile, orario USA) a causa delle complicazioni di una polmonite. Se Stallone rimane per tutti Rocky e Rambo, se Michael Keaton è subito identificato con Batman e Malcolm McDowell rimarrà per sempre "solo" l'Alex di Arancia meccanica, così Ronald Lee Ermey rappresenta per tutti noi solo ed esclusivamente il rude sergente maggiore Hartman di Full Metal Jacket (1987) di Stanley Kubrick. Ha anche interpretato un pilota chopper. Analogo ruolo severo anche nel film "Mississippi Burning - Le Radici dell'Odio" del 1988, nel quale vestiva i panni del sindaco Tilman o del capitano della Polizia nella pellicola "Seven" del 1995. In pochi sanno che Ermey era un militare, arruolato nel Corpo dei Marines nel 1961, quando un giudice, a seguito dei numerosi arresti subìti dal giovane, gli concede la possibilità di scegliere tra la vita militare e il carcere. E' stato inoltre il sergente dei soldatini nella trilogia di Toy Story della Disney-Pixar.

Share