Alfie Evans respira da solo. Il giudice: "Non andrà a Roma"

Share

"Un aereo ambulanza è pronto e lo sta aspettando per portarlo in un ospedale italiano", insiste la portavoce, senza precisare se faccia riferimento in prima battuta al Gaslini di Genova o al Bambino Gesù di Roma, entrambi dichiaratisi pronti a continuare ad assistere il bambino.

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, ha ringraziato su Facebook il governo "per aver accolto il mio appello". L'Inghilterra che sta mostrando un lato disumano, ha anche creato un problema di diritto internazionale.

Il padre ha confermato che lui e mamma Kate hanno dovuto praticargli inizialmente anche la respirazione bocca a bocca. Il giudice ha inoltre criticato alcune persone vicine ai genitori accusandole di alimentare "false speranze".

Daniela, morta di aneurisma Roma Ma per i medici era lombosciatalgia
Daniela è morta il 20 marzo e i familiari hanno chiesto di effettuare l'autopsia: il referto sarà pronto il 5 maggio. Passavano le ore e la donna continuava ad accusare dolori lancinanti, a sudare freddo e contorcersi dal male.

La famiglia Frisanco ha sporto denuncia per il furto, e dato che la piazza (così come tutte le vie limitrofe) è presidiata dall'occhio del sistema di videosorveglianza comunale, gli agenti della Polizia Locale sono già all'opera per cercare di individuare l'autore del furto.

Ieri mattina il padre di Alfie, all'entrata dell'ospedale di Liverpool, ha detto ai giornalisti che suo figlio aveva respirato senza assistenza per nove ore.

I legali dell'ospedale Alder Hey hanno risposto alle affermazioni degli avvocati dei genitori del bambino affermando che il fatto che Alfie continui a respirare non è una sorpresa e non cambia la situazione. Beh, guardatelo ora: "non è attaccato al ventilatore, eppure non soffre". Sempre che Alfie sopravviva ancora, col solo ausilio intermittente d'idratazione e bombole d'ossigeno. In un primo tempo aveva detto no, "ero stanco di questi ricorsi respinti", ma poi è stata la stessa Corte d'Appello a far sapere al suo avvocato di essere disponibile: "Noi pensiamo possa essere il segno di una svolta clamorosa". Nei giorni scorsi è arrivata la decisione della Corte europea dei diritti umani, che ha respinto il ricorso dei genitori: la procedura di sospensione delle cure è stata messa in atto. Alfie sta lottando in modo stupendo! Ma le trattative si prolungano, fino alla decisione, alle ore 13, di un'udienza fissata alle 16,30, con la convocazione dei rappresentanti legali di tutte le parti, inclusa la famiglia e l'ospedale Alder Hey di Liverpool. 9, comma 2, della legge 5 febbraio 1992, n. 91, ha deliberato il conferimento della cittadinanza italiana ad Alfie EVANS, nato a Liverpool (Gran Bretagna) il 9 maggio 2016, in considerazione dell'eccezionale interesse per la Comunità nazionale ad assicurare al minore ulteriori sviluppi terapeutici, nella tutela di preminenti valori umanitari che, nel caso di specie, attengono alla salvaguardia della salute.E' scritto nel comunicato diffuso al termine di una riunione lampo. "L'equipe è pronta" hanno dichiarato i medici del Bambin Gesù.

Share