Arrestato Pippo Gennuso per voto di scambio

Share

Il provvedimento di arresto, emesso dal gip del tribunale di Catania su richiesta della Dda etnea, gli è stato consegnato dai carabinieri.

Gennuso è stato eletto a febbraio, per la quarta volta, nella lista di centrodestra Popolari ed Autonomisti, nella coalizione di centrodestra a sostegno del governatore Nello Musumeci. Si trova ora agli arresti domiciliari. L'inchiesta, su cui vige il massimo riserbo e che interessa altri indagati, sarebbe concentrata su un presunto voto di scambio negli ambienti della criminalità organizzata. Pippo Gennuso, imprenditore, deputato regionale al suo quarto mandato, alle ultime elezioni aveva ottenuto nel collegio di Siracusa 6567 preferenze. Non è il primo deputato dell'Assemblea siciliana a finire sotto inchiesta da parte di una delle Procure siciliane con l'ipotesi di probabili reati elettorali.

Napoli. Flash mob avvocati, no gestione separata
Anche i professionisti agrigentini hanno aderito alla manifestazione di protesta contro la cosiddetta "Operazione Poseidone", azione congiunta di Inps e Agenzia delle Entrate per il recupero dei contributi pensionistici.

È quanto sostengono gli ispettori dell'assessorato regionale alla Salute nella relazione inviata al commissario dell'Asp di Siracusa, Salvatore Brugaletta, e all'assessore regionale Ruggero Razza.

Erano già diversi giorni che si sentiva parlare di lui.

Share