Consultazioni, terminato secondo giro colloqui di Mattarella

Share

"Siamo tutti accanto al presidente Mattarella nella ricerca di soluzioni". Queste le parole del presidente emerito della Repubblica, il senatore a vita Giorgio Napolitano, uscendo della studio "alla Vetrata" del Quirinale dopo il colloquio con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per le consultazione per la formazione del nuovo governo. Ieri infatti il secondo giro di consultazioni è andato a vuoto e le forze politiche non sono riuscite ad accordarsi per formare una maggioranza in Parlamento.

Consultazioni e fibrillazioni. Cominciano a circolare le prime indiscrezioni sul nome di una "figura terza" a cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbe affidare un incarico esplorativo.

"Il confronto tra i partiti non ha fatto progressi", ha detto Mattarella al termine delle consultazioni.

Previsioni Meteo 13-15/04. Weekend tra sole e nuvole
Le temperature non subiranno grosse variazioni con massime comprese fra 16-17 e 21-22 gradi. Domenica: tempo stabile e soleggiato al mattino con velature del cielo.

"Ho fatto presente alle varie forze politiche - ha aggiunto Mattarella - la necessità di dare un governo nella pienezza delle funzioni", sottolineando l'urgenza sia per le attese dei cittadini che per l'acuirsi delle tensioni internazionali, con chiaro riferimento alla crisi tra USA e Russia sulla Siria. Così Matteo Salvini, leader della Lega ai microfoni di Radio anch'io.

Quando si sono chiuse le urne lo scorso 4 marzo e sono cominciati a uscire i risultati del voto, subito in molti hanno in qualche modo ironizzato sul fatto che in quel momento la persona meno invidiata del paese fosse il Presidente Mattarella. Io chiedo a tutti di essere responsabili.

A seguire era stata la volta del presidente della Camera, Roberto Fico, e poi del presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, che non hanno rilasciato dichiarazioni.

Share