Di Maio lancia contratto per un governo con Lega o Pd

Share

L'atteggiamento al momento intransigente dei grillini - Di Maio premier oppure nessun governo politico - c'è da sperare per loro che risponda ad un'esigenza tattica e negoziale: non ci si può mostrare cedevoli sul proprio candidato proprio quando iniziano le trattative ufficiali con gli altri partiti. "Se ci accorgessimo che qualcuno vuole tirare a campare, noi diremo no".

Prosegue quindi inesorabile il valzer post-elezioni. "Via legge Fornero e spesometro, giù tasse e accise, taglio di sprechi e spese inutili, riforma della scuola e della giustizia, legittima difesa, revisione dei trattati europei, rilancio dell'agricoltura e della pesca italiane, Ministero per i disabili, pace fiscale fra cittadini ed Equitalia, autonomia e federalismo, espulsione dei clandestini e controllo dei confini". Ha modificato il rapporto con il resto del Paese costruendo un suo rinnovato protagonismo politico-istituzionale in Veneto e Lombardia, ove è riuscita a celebrare, nel 2017, due referendum consultivi per contare di più sotto il profilo legislativo, approfittando di quanto sancito nel 2001 dall'art.

E nel frattempo rende noto: "Io al Colle vado da solo".

Catalogna. La Procura tedesca favorevole all'estradizione di Charles Puigdemont
Il magistrato è quindi favorevole all'estradizione dell'ex presidente della Catalogna , attualmente detenuto in Germania . Secondo la procura, Puigdemont deve inoltre rimanere in carcere fino a che la corte non si esprimerà.

Prima dell'assemblea congiunta dei gruppi, Luigi Di Maio riunisce collaboratori e i parlamentari più fedeli: "Fidatevi - spiega - Salvini verrà con noi alla fine". Salvini è un politico esperto e accorto: non avrebbe mai dato a Fico la ribalta della presidenza della Camera se non vi fosse già un accordo di ferro con Di Maio sul governo. Ma è una manovra che, se non prevede subordinate, si presenta acrobatica. "E poi 50 voti sono molti meno di 90".

"Faremo ciò che abbiamo detto in campagna elettorale: proporremo un contratto di governo come si fa in Germania, si fa ciò che c'è scritto, quello che non c'è scritto non si fa". Il Quirinale, informalmente, ha già fatto sapere che la prima tornata di consultazioni sarà veloce e si chiuderà con un nulla di fatto. Hanno deciso inequivocabilmente per un governo di cambiamento.

Forza Italia risulta essere esclusa dall'apertura. La partenza era stata diversa: il 21 maggio 2012 il giovane informatico è il primo militante del Movimento 5 Stelle a essere eletto sindaco, di Parma in questo caso. "Ma se continua così mezza Fi viene con noi". Non possiamo parlare di alleanze o coalizioni. L'esecutivo che immagina il leader dei Cinque Stelle, registrando la puntata di "DiMartedì", è guidato dal Movimento, così come espressione della volontà popolare.

Share