Due sparatorie a Londra, morta 17enne e grave 16enne

Share

Una violenta scia di sangue è stata lasciata nella notte a Londra.

Una ragazza di 17 anni è morta colpita da un proiettile alla testa e un ragazzo, 16enne, è rimasto gravemente ferito.

Due sparatorie a Londra nel giro di un'ora: una diciassettenne morta e un sedicenne in condizioni critiche. "IN 19 giorni a Londra ci sono stati 10 accoltellamenti con vittime, mentre nel 2017 nella città c'erano stati 80 accoltellamenti che avevano causato morti", questo i dati del rapporto ufficiale diffuso ieri.

Stando a quanto ha riferito l'emittente Bbc, che riporta fonti ufficiali, pare che le due sparatorie non siano collegate.

L'Istat stima una ripresa dell'inflazione
Sul mercato interno, i prezzi segnano +0,3% rispetto a gennaio e +1,8% tendenziale. L'unica diminuzione per "ricreazione, spettacoli e cultura" (-0,4%).

Per la prima volta nella storia la capitale Britannica è diventata più pericolosa della città della grande mela, New York.

La 17enne è stata trovata agonizzante a Tottenham alle ore 22.45. Un altro ragazzo, di 16 anni, era stato trovato poco prima con gravi ferite provocate da arma da fuoco nell'area di Walthamstow, a due miglia di distanza nella zona est di Londra. Nel solo mese di febbraio a Londra sono state uccise 15 persone, contro le 14 di New York. E solo nella settimana dal 14 al 20 marzo hanno perso la vita ben otto persone, tutte sotto i 30 anni.

L'ultimo tragico fatto di cronaca è successo a un giovane di 20 anni, accoltellato fuori da un locale, in un quartiere a sud ovest della capitale. Dal confronto, emerge che la capitale del Regno Unito registra un numero più elevato di uccisioni rispetto a New York. Il comune di Londra ha provato a rassicurare gli abitanti sottolineando che "resta una delle città più sicure al mondo". Itanto, la Met Police, la polizia della capitale britannica, ha annunciato il dispiegamento di altri cento agenti per fronteggiare i crimini.

Share