Governo: nuova opera di street art a due passi dal Quirinale

Share

Qualche settimana fa sempre a Roma, vicino Montecitorio, era comparsi due murales: uno che ritraeva un bacio tra Salvini e Di Maio e l'altro che raffigurava Giorgia Meloni con in braccio un bambino nero.

CALCIO. Champions: Malagò "Juve a testa alta, Uefa adotti Var"
Ma contro una squadra riconosciuta se non la più forte, una delle più forti al mondo, ribaltare un risultato così, contro la Spagna che ci ha messo in condizione di giocare lo spareggio e di essere eliminati, penso sia in assoluto una vittoria del calcio italiano.

Arriva una nuova opera di Street Art a Roma che ritrae i politici italiani. La terza per essere esatti. L'artista che ha firmato l'opera, Sirante, ha rappresentato il leader della Lega e il capo del Movimento 5 stelle nei panni di coloro che nel celebre quadro di Caravaggio cercano di truffare un ingenuo giocatore, a cui l'autore dà il volto di Berlusconi. Per farlo assomigliare ancora di più all'opera di Caravaggio, Sirante lo ha incorniciato e lo ha accompagnato da un cartello con didascalia: "Sirante prende spunto da una celebre opera del suo maestro - si legge sul cartello - Il quadro rappresenta la truffa". È la nuova opera di street art apparsa giovedì mattina (e subito cancellata) su un muro di via dè Lucchesi a Roma, a due passi dal Quirinale. "Questa scena, così teatrale, descrittiva e realistica contiene un monito morale, una condanna del malcostume, in particolare delle strategie dei politici". Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando piazza Venezia che hanno allertato l'Ufficio decoro del Comune per la rimozione, avvenuta poco dopo, effettuata dagli stessi militari che hanno staccato il quadro dal muro e lo hanno portato via. Magari suscitando l'ammirazione dei tanti elettori sempre più disillusi e stanchi dei giochi di palazzo.

Share