Juventus, Khedira: "Non facciamoci travolgere dalla rabbia"

Share

Sami Khedira, centrocampista della Juventus, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Premium Sport: "Anche a mente fredda è dura, abbiamo fatto una prestazione incredibile che nessuno si aspettava, abbiamo mostrato di essere una delle migliori squadre d'Europa. Piangerci sopra e cercare scuse non serve, ora dobbiamo guardare avanti e concentrarci sullo scudetto e la Coppa Italia che sono due grandi obiettivi". Il rigore al 93'? Dal campo non ero sicuro che fosse fallo, l'avrò rivisto una ventina di volte e mi sono concentrato sull'arbitro: non era sicuro, ha tentennato due-tre secondi prima di fischiare. A tal proposito Khedira è tornato sull'episodio dubbio del contatto tra Benatia e Vazquez, sanzionato dal contestato arbitro Oliver il rigore dell'1-3 che ha spento i sogni bianconeri. Devi essere assolutamente convinto, invece è come se lui pensasse 'è rigore o no?' e in questo caso non devi darlo. "Per questo a fine partita eravamo tutti arrabbiati". Questo è il motivo che ci ha fatto arrabbiare, abbiamo lottato per 90 minuti e se è una situazione 50 e 50 non lo devi dare. E' una decisione difficile da digerire ma dobbiamo accettarla, anche perché non possiamo cambiarla. La Sampdoria? È nei momenti difficile che si vede se una squadra è grande ed è composta da grandi giocatoril Nei primi due giorni si può essere feriti, ma dal terzo si deve guardare avanti e ritrovare la concentrazione, perché la stagione non è finita.

"L'ho sentito ma non so che decisione prenderà per il suo futuro". Posso dire che sicuramente è un profilo molto interessante, sarebbe un profilo giusto per la Juve che verrà. Nessuno ha mai vinto sette scudetti o quattro coppe Italia di fila, proviamoci.

Sparatoria a Follonica: un morto e aggressore in fuga
L'uomo che ha sparato si è dato alla fuga ed è stato riconosciuto dai passanti , successivamente arrestato . Stando a quanto riportato da Il Giunco, uno dei due fratelli è la vittima, mentre l'altro è rimasto ferito.

Fondamentale la sfida con la Sampdoria, "contro cui è arrivata l'ultima sconfitta in campionato" nel match di andata a Marassi: "Sono un'ottima squadra e subito dopo ci sara' il Crotone". In questo momento queste due partite sono più importanti di quella con il Napoli, che giocheremo davanti ai nostri tifosi.

Share