Liverpool-Roma, due tifosi romani arrestati per tentato omicidio

Share

Tutto è accaduto intorno alle 19.35 quando l'uomo è stato aggredito davanti all'Albert pub a pochi metri dall'Anfiled. Sarebbero nove gli arrestati per tentato omicidio e per altri disordini. I due arrestati sono stati portati in una stazione di polizia dove saranno interrogati dai detective. Così Eusebio Di Francesco ha analizzato la sconfitta della Roma a Liverpool nell'andata della semifinale di Champions, col 5-2 che la dice lunga sulle difficoltà incontrate dai giallorossi ad Anfield.

Non è finita, chi non crede alla rimonta po' sta' a casa. In Champions si possono anche prendere delle sberle del genere, ci siamo troppo disuniti e non siamo stati in partita per troppo tempo.

La polizia britannica ha confermato gli arresti dei due romanisti.

Roma, Monchi ci crede: "Saranno 90 minuti lunghi per il Liverpool"
E' una partita importante per il presente e per il futuro della squadra, sono d'accordo. "Cambia tutto. Per lui finora 20 gol e sei assist in 43 presenze tra tutte le competizioni.

Gli scontri sono stati filmati da diversi testimoni. Nei tafferugli che si sono verificati dopo l'incontro all'esterno dello stadio sono stati fermati altri sette ultras. È questo il senso di una nota della federazione europea che definisce "vile" l'attacco avvenuto prima della semifinale di Champions. "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono rivolti al tifoso del Liverpool ricoverato in ospedale e alla sua famiglia". Gli sarà offerto da parte nostra totale supporto. Il club si è messo in contatto con i servizi di emergenza sin dal momento dell'incidente e continuerà ad esserlo. "Chiediamo ai tifosi in possesso di informazioni di mettere al corrente le forze dell'ordine". Il club giallorosso, attraverso il seguente comunicato, ha condannato veemente l'episodio: "L'AS Roma condanna nella maniera più dura possibile l'aberrante comportamento di una ristretta minoranza di tifosi in trasferta che, coinvolti negli scontri con i sostenitori del Liverpool nel prepartita di ieri, hanno arrecato vergogna al Club e alla stragrande maggioranza dei romanisti che hanno avuto una condotta esemplare ad Anfield". Non c'è posto per questo tipo di comportamenti nel calcio e il club sta collaborando con il Liverpool, la UEFA e le autorità. "Restiamo in attesa di ricevere i rapporti completi prima di decidere sulle potenziali accuse disciplinari".

Queste le sue parole: "Lo so, siete tutti allenatori, ora si parlerà solo del modulo".

Share