Lo scatto "Burning Man" vince il World Press Photo

Share

L'immagine del fotografo venezuelano dell'Agence France-Presse mostra un ragazzo in fiamme che scappa durante una manifestazione di protesta del 3 maggio 2017 contro il presidente Nicolás Maduro, a Caracas. Una maschera antifumo e antigas sul viso, una t-shirt bianca e sullo sfondo un muro di mattoni rossi con la piccola scritta nera "Paz" (Pace) "sparata" su quello stesso muro da una pistola. Il ragazzo nella foto è sopravvissuto all'incidente con ustioni di primo e secondo grado, si chiama José Víctor Salazar Balza e ha preso fuoco a causa dell'esplosione del serbatoio di una motocicletta della polizia.

"È una foto classica, ma ha un'energia istantanea e dinamica". I colori, il movimento, il modo in cui è composta, ha forza. "Ho avuto un'emozione istantanea", ha detto la presidente della giuria del World Press Photo 2018, Magdalena Herrera, subito dopo la premiazione.

Lo scatto è stato selezionato tra le sei foto finaliste annunciate il 14 febbraio scorso.

Oliver Kahn consiglia Gigi Buffon: "E' ora di smettere"
Il portiere della Juventus è stato fortemente criticato per quanto successo nei minuti finali di Real Madrid-Juventus , nei quali Buffon si è preso un rosso per proteste, per poi sfogarsi duramente nel post partita.

Nella gallery qui sotto raccogliamo una carrellata degli altri scatti premiati nelle diverse categorie: un avvertimento, come spesso accade per le foto del World Press Photo alcuni scatti sono molto forti e non sono esenti dal rappresentare morti violente o nudità.

Cinque gli italiani in gara nelle diverse categorie, Giulio Di Sturco, Luca Locatelli, Francesco Pistilli, Fausto Podavini e Alessio Mamo.

Share