Massimo Giletti perde le staffe con Italo Bocchino

Share

Incentrata sul tema alquanto spinoso dei vitalizi dei parlamentari, la discussione è giunta al culmine durante il collegamento telefonico con l'ex deputato Italo Bocchino il quale, sentitosi chiamato in causa da alcune affermazioni del conduttore, ha deciso di non rimanere in silenzio e far sentire la propria voce ai telespettatori.

Vorrei che tu venissi in trasmissione con le buste paga di quando eri pagato dalla Rai, cioè soldi dei contribuenti, e vediamo chi dei due ha guadagnato di più e tutti e due parliamo di quello che abbiamo fatto per gli italiani. Ma perché io faccio il tuo lavoro?

Che Tempo che Fa vince la serata degli ascolti tv , come peraltro gli succede da qualche domenica a questa parte, ma sulla sponda La7, a Non è l'Arena, Massimo Giletti si abbandona ad uno sfogo che la dice lunga sulla sua tensione non ancora del tutto digerita per il trattamento ricevuto in casa Rai. "I tuoi soldi sono diversi dai miei, io sono un professionista e non un politico". Tanto per essere chiari, Italo, tu fai il politico e io il conduttore.

Cassetto Fiscale: accesso ai servizi online delle Entrate anche con SPID
Inoltre, entrano nella precompilata le erogazioni liberali effettuate a favore degli enti del terzo settore e i relativi rimborsi .

Ieri sera nella trasmissione di approfondimento politico di Massimo Giletti si disquisiva in merito ai vitalizi e agli stipendi strapagati dei parlamentari. Io a differenza di tanti colleghi Ho dichiarato sempre pubblicamente quanto prendevo.

Sappi che per le mie battaglie sono stato mandato fuori dal sistema della Rai (...) Io venivo pagato dall'azienda pubblica, ma l'azienda pubblica nei mie programmi prendeva fior di milioni di euro di pubblicità.

Bocchino si è limitato ad ironizzare sulla veemenza de giornalista: "Hai la bava alla bocca, Massimo", gli ha detto.

Share