Materazzi: "Sfogo di Buffon? Un giorno Gigi si scuserà"

Share

Marco Materazzi, ex difensore di Italia e Inter, parla così: "Le maglie a cui sono più affezionate sono quelle del Triplete e del Mondiale. Rispetto ciò che ha fatto Gigi". Fra un po' di tempo gli chiederò se ridirebbe quelle cose. Anch'io ho sbagliato tante volte, l'importante è capirlo e magari un giorno potrà chiedere scusa, siamo esseri umani. "Da interista spero che in Champions vada l'Inter, però va dato merito alla Lazio per quello che sta facendo, contro una grande Fiorentina nessuno si aspettava che ieri potesse reagire in questo modo". Vorrei vedere fosse successo a me se qualcuno avesse preso le mie parti come successo con Gigi. Sono momenti. Sotto la maglia c'è una persona, un cuore che batte, sangue che scorre nelle vene. Mi auguro che la Roma possa andare avanti perché vorrebbe dire che una squadra italiana, per la terza volta in quattro anni, sarebbe in finale.

Governo: Toninelli, matrimonio con Lega? Fosse per noi già al tavolo
Toninelli non risponde: "Non posso rispondere perche' andrei a pestare i piedi al presidente della Repubblica Sergio Mattarella". Qua non c'è una preferenza per nessuno, qua bisogna far partire un governo, con chi, conta poco, contano i temi.

Chi è abituato a vincere è ovviamente favorito, queste cose si sentono. "Ora se la giocano". I tempi cambiano, ma il Barça resta il Barça e infatti ha fatto 4 gol all'andata. Quando non sei concentrato soffri con tutti, conta solo come uno va in campo. "Lazio-Inter all'ultima giornata? Non me lo ricordate, bruttissima giornata". "Però mi auguro che possa alzare il primo trofeo da dirigente, lui è un leader naturale e qualunque cosa faccia viene seguito". "A chi assomiglia? Lo vedo come un Crespo". "Dico che il più forte di sempre, anche se si è macchiato a fine carriera, è Ronaldo il Fenomeno, con cui ho avuto l'onore di giocare". "Il leader lo nomina la squadra, e lui penso lo sia".

Share