MotoGP - Zarco in KTM per due anni

Share

Non sono più solo voci.

Da un lato, il fatto che Pit Beirer e Thomas Uberall, i responsabili dei reparti motorsport di KTM e di Red Bull si siano riuniti proprio al Circuit of the Americas suggerisce che, a prescindere dall'importanza dell'evento in sé, fosse anche il palcoscenico ideale per stringere la mano a Zarco.

Due settimane fa Mike Leitner aveva ammesso: "Parliamo con tutti i piloti che sono tra i primi dieci e non hanno alcun contratto per il 2019 e il 2020", lasciando una porta aperta per Dani Pedrosa.

Domenica Live, Barbara D'Urso si arrabbia in diretta con Alessia Mancini
Durante l'esperienza in Honduras sono nate parecchie tensioni tra i naufraghi che si sono scontrati diverse volte. Anche quella di ieri - 22 aprile - è stata una domenica turbolenta nel salotto di Barbara d'Urso .

Soprattutto se si considera che nel box della Honda ad aspettarlo ci sarebbe stato Marc Marquez, campione in carica e pilota che è stato in grado di portarsi a casa quattro degli ultimi cinque titoli.

Una vera e propria scommessa per Zarco, che era anche in orbita Honda come possibile sostituto di Daniel Pedrosa. Zarco resterà comunque vicino al suo attuale team Tech 3 che dal prossimo anno gestirà il team satellite della casa di Mattighofen. La ricerca di HRC potrebbe andare a complicare la trattativa per il rinnovo tra la Ducati e Dovizioso che, come spiegato dallo stesso Dovi, sembra ancora lontana da un accordo.

Share