Napoli. Flash mob avvocati, no gestione separata

Share

Anche i professionisti agrigentini hanno aderito alla manifestazione di protesta contro la cosiddetta "Operazione Poseidone", azione congiunta di Inps e Agenzia delle Entrate per il recupero dei contributi pensionistici. E' successo davanti al palazzo diGiustizia di Napoli, ed in contemporanea davanti a numerositribunali della Campania, dove decine di legali hanno inscenatoil flash mob dopo aver spiegato ai giornalisti presenti i motividella protesta. "Per pagare la pensione deve rinunciare a lavorare". Nel documento si chiede che "la Cassa Forense esprima con un suo scritto chiaro il suo sostegno e appoggio ai colleghi avvocati colpiti dall'Operazione Poseidone e che si ponga in essere ogni iniziativa utile alla risoluzione del problema, attraverso soluzioni concordate, che non si esauriscano nella timida richiesta di un tavolo presso i competenti Ministeri, mai concesso né aperto, quanto piuttosto nell'approntare, se del caso, modifiche urgenti ai propri statuti o regolamenti".

"L'operazione - conclude l'avvocato - è stata nominata Poseidone, con il falso mito di scoprire i contributi sommersi".

Maniaco al Centro Campania: voleva violentare una 12enne nel camerino
Ora l'uomo è stato condotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere e sono in corso ulteriori accertamenti. I Carabinieri hanno poi perquisito l'auto e l'abitazione dell'uomo.

E nonostante per 7 anni l'Inps continua a perdere i giudizi in tutta Italia (con i soldi della collettività), invia comunque cartelle esattoriali e fermi di conti correnti e di autoveicoli, in violazione della legge, nel silenzio assordante dello Stato, che lo lascia fare.

"C'è una classe di giovani professionisti che rischia di sparire".

Share