Overwatch con una modalità battle royale? Figo, ma no grazie

Share

I giocatori di tutto il mondo amano sfidarsi gli uni contro gli altri su campi di battaglia da cui un solo eroe esce vittorioso. Molti appassionati di Overwatch hanno chiesto nelle scorse settimane una modalità simile nel gioco di Blizzard, con numerose richieste che hanno letteralmente inondato la software house.

Epic Games e PUBG Corp. sono state leste e capaci nel'apprendere con relativa facilità i principi che portano al successo un gioco battle royale, questo però non significa che non ci sia spazio per nessun altro.

E se anche un famoso titolo targato Blizzard entrasse a far parte dei battle royale? Stiamo parlando di Overwatch e del suo director Jeff Kaplan.

"Quando i fan me lo propongono rispondo che sarebbe fantastico, ma c'è da fare un sacco di lavoro a livello di design e tecnologia per portarci in quella direzione e per non farla sembrare un'aggiunta di scarso valore", ha spiegato Kaplan durante una recente intervista rilasciata a Kotaku.

Istat: la disoccupazione scende al 10,9 per cento
A comunicarlo è l'Istat che ha rivisto al rialzo le stime precedentemente diffuse che indicavano il rapporto debito-Pil al 131,5%. Il tasso di occupazione femminile sale al 49,2% (+0,1%), mentre quello maschile rimane stabile al 66,9%.

I desideri però si devono scontrare anche con la realtà.

I principali problemi identificati da Kaplan riguardano la presenza degli eroi e le dimensioni della mappa. I personaggi di Overwatch sono progettati per funzionare in una squadra, con diversi eroi che sono a loro volta progettati specificamente per fare da supporto agli altri.

" Su Overwatch la distanza media di ingaggio è fra i 15 e i 40 metri". "L'Hanamura dojo Punto B è 45 metri di diametro. Parte di ciò che rende Fortnite e PUBG così fantastici è che si possono avere distanze di ingaggio davvero ampie".

Share